Guida Michelin Italia 2012

La guida gastronomica per eccellenza si presenta per il 2012 rinnovata e migliorata: spazio ai grandi classici, recensiti accuratamente, ma anche tante le novità, fortunatamente anche per quanto riguarda le soluzioni più economiche. Con lei al vostro fianco il ristorante “sbagliato” non sarà più un problema

L’ultima edizione della guida gastronomica più famosa del mondo dà i numeri: 6493 esercizi in 2111 località. E ancora, 3384 alberghi, 380 agriturismi e 2729 ristoranti esaminati e accuratamente recensiti. Ovunque siate difficilmente non riuscirete a trovare un logo adatto a soddisfare il vostro buon gusto… Culinario!Visite anonime, indipendenza, aggiornamento continuo e criteri ben definiti sono le regole che hanno permesso alla Guida Michelin di essere leader nell’affollato settore. Da quest’anno però “gli inviti a tavolo non sono solo sotto le stelle”: la selezione di quest’anno infatti comprende l’11% di ristoranti stellati, il 10% di Bib Gourmand e ben il 35% di ristoranti a buon prezzo. Questi ultimi sono aumentati dell’80% rispetto alla selezione dell’anno scorso, segno che (e di questi tempi può essere una chiave di volta) per mangiare bene non è sempre necessario spendere centinaia di euro.Qualche curiosità? La Lombardia resta la regione più “stellata” (56 esercizi), seguita dal Piemonte e da Campania ed Emilia a pari merito. La Toscana invece è la più dinamica con 6 nuovi stellati e 6 nuovi Bib Gourmand. A livello di province, invece, svettano Cuneo e Bolzano (17 esercizi ciascuna) seguite dalla provincia di Napoli.Molto curata anche la sezione “alloggiare” dove si trovano 33 hotel gran lusso, 380 agriturismi B&B, 937 esercizi di particolare suggestione e 388 esercizi con Spa. Strutture accessibili a chi ha difficoltà motorie, o predisposte per accogliere bambini o animali domestici sono tutte rigorosamente segnalate. E da quest’anno arriva anche l’indicazione per tutti quegli alberghi che dispongono di una pratica spiaggia privata.