FAR CARRIERA

Papa Francesco ha ritirato pochi giorni fa la sua nuova “auto aziendale”, una Lamborghini Huracan RWD (Rear Wheel Drive, trazione posteriore da 580 cv) con livrea speciale, uscita dallo stabilimento di Sant’Agata Bolognese. Il salto è notevole: a oggi, Francesco è sempre stato visto aggirarsi per i cortili vaticani a bordo di una timida Fiat Panda. Si abituerà? Crediamo di sì. E non è tutto: il centro stile ha realizzato per lui una speciale grafica papale, un mix di bianco panna e strisce giallo tiberino, colori che riprendono la bandiera della Città del Vaticano.

La Lamborghini del Papa

Ecco la Lamborghini del Papa, consegnata al Santo Padre con una cerimonia a cui ha presenziato tutto il CdA Lamborghini, a partire dall’amministratore delegato Stefano Domenicali.

Fermi lì con i commenti: haters e dietrologi devono sapere che la Lamborghini del Papa verrà battuta all’asta molto a breve da RM Sotheby’s, società d’aste di auto di valore, e il ricavato andrà interamente in beneficenza.

CONDIVIDI

Alessandro ha 14 anni quando il sui migliore amico si presenta sotto casa con un MBK Booster fiammante, elaborato che manco quelli da trofeo. Ale non sta nella pelle, lo vuole provare subito. L’amico glielo concede raccomandando la massima cautela perché “l’ho appena preso”. La sequenza successiva è: 30 metri con le due ruote a terra, impennata, cappottata e perdita probabile di una amicizia. Da quell’esperienza Alessandro poteva capire due cose:
Le moto non facevano per lui.
Le moto sarebbero state il suo futuro.
Purtroppo ha capito quella sbagliata e ce lo siamo ritrovati a RED.
Da quando ha 22 anni, tra un esame e l’altro della facoltà di Ingegneria meccanica (poi terminata con la Laurea) ha iniziato a provare moto di ogni genere: dallo scooter (memore della sua fantastica prima esperienza) alle supersportive da gara, passando per custom, enduro e bagger da 400 kg.
Sempre con la voglia di raccontarle e sempre tenendo a mente l’espressione stupita (ancora non sappiamo se felice) del suo amico (incredibilmente rimasto amico) in quel fatidico pomeriggio. Oggi a RED prova e racconta ancora moto di ogni tipo. E non impenna (quasi) più.