Mercedes B180, la prova… #Instacar

Monovolume compatta super tecnologica e attenta al dettaglio: in questa prova, i punti di forza e di debolezza

24 luglio 2019 - 20:44

Le monovolume, MPV per dirla alla anglosassone, non le vuole quasi più nessuno. Molte aziende hanno smesso di farle, soppiantandole con le SUV, più alla moda. A crederci sono rimasti dunque (quasi) solo i marchi premium, soprattutto nella fascia di mercato intorno ai 4,5 metri di lunghezza. Due, per la precisione, i brand: BMW con Serie 2 Active Tourer e Gran Tourer e Mercedes con la Classe B.

Base Classe A

La Classe B è appena stata rinnovata ed è così giunta alla terza generazione. La base è ovviamente quella della Classe A, da cui ha ereditato non solo il telaio (messo però a punto in modo decisamente diverso, dato il target differente, più familiare) ma anche i motori e la tecnologia, davvero al top. Qui la proviamo in versione B180, vale a dire con motore 1.3 turbo a benzina a 4 cilindri da 136 cv e cambio automatico. Ecco punti di forza e di debolezza della tedesca, immortalati con lo smartphone Samsung Galaxy A50, dotato di tre fotocamere posteriori, capaci di adattarsi a ogni condizione esterna.

Commenta per primo