Mini Baker Street e Bayswater, edizioni speciali

Nell’anno dei Giochi Olimpici di Londra, Mini presenta due edizioni speciali, disponibili dalla primavera prossima e per un periodo di tempo limitato. Giovane e raffinata la Baker Street, ancora più sportiva la Bayswater

Per gli amanti del marchio Mini è il momento di due edizioni speciali, dedicate alle imminenti Olimpiadi di Londra. Le due proposte, Baker Street e Bayswater, saranno disponibili da primavera e per un periodo di tempo limitato. Chi fosse interessato, quindi, farebbe bene a chiamare al più presto la concessionaria Mini di fiducia.Partiamo dalla Baker Street: il nome non è certo casuale, tanto che richiama subito alla mente l’indirizzo dello studio di Sherlock Holmes, il detective più famoso della letteratura, ideato da Arthur Conan Doyle. E non è un caso che oggi, nelle vicinanze della fermata Baker Street della metropolitana di Londra, si trovi il museo dedicato al celebre investigatore. Baker Street, dunque: un nome che richiama storia e tradizione, per un modello che però punta sulla freschezza e su un pubblico giovane. Proposta nelle varianti One, Cooper, One D e Cooper D, Mini Baker Street si caratterizza per numerosi dettagli specifici. All’esterno, ad esempio, la colorazione Rooftop Grey metallizzato è combinata a strisce nere (le famose “stripes”) disposte a V sul cofano motore. I cerchi in lega di 16″ adottano un raffinato disegno a 6 razze sdoppiate e sono laccati in nero lucido come le calotte degli specchi retrovisori. Le opzioni cromatiche per la carrozzeria includono anche Pepper White e Midnight Black, ma è senz’altro la colorazione grigia a valorizzare al massimo questa edizione speciale.All’interno la scritta “Baler Street” sui sedili e sui battitacco rimarca le peculiarità dell’allestimento, incentrato su nuove varianti di rivestimento dei sedili, su cuciture a contrasto e sul pacchetto Pepper, che comprende climatizzatore, computer di bordo, volante rivestito in pelle, Chrome Line esterna, luci fendinebbia, pacchetto illuminazione e regolazione in altezza del sedile del passeggero.Come detto, la Baker Street sarà offerta soltanto con alcune motorizzazioni, per lasciare spazio all’altra versione speciale, la Bayswater. In dettaglio, Mini One (72 kW/98 cv), Cooper (90 kW/122 cv), One D (66 kW/90 cv), Cooper D (82 kW/112 cv). MINI Bayswater, sempre più sportivaPotrebbe essere questo lo slogan più adatto alla seconda delle due versioni celebrative delle Olimpiadi londinesi. Perché la Bayswater si potrà ordinare su base Cooper, Cooper S, Cooper D e Cooper SD, vale a dire la sezione più sportiva della gamma Mini. Come per la Baker Street, il primo impatto è quello del colore della carrozzeria, definito Kit Blue metallizzato, abbinato a cerchi di 17″ dal disegno molto personale, per quanto forse non pulitissimo. Il tetto è nero, con le Sport Stripes sul cofano che valorizzano ulteriormente i grintosi elementi stilistici e funzionali, come ad esempio la presa d’aria della Cooper S, e ritornano come motivo grafico sulle calotte degli specchi retrovisori, a sinistra in grigio, a destra in blu.Il nome della versione è riportato accanto agli indicatori di direzione laterali come all’interno della vettura, sul battitacco e sul rivestimento dei sedili, in pelle. Il pacchetto Pepper fa parte della dotazione di serie, che può essere arricchita da moltissimi optional. I motori: Cooper (90 kW/122 cv), Cooper S (135 kW/184 cv), Cooper D (82 kW/112 cv) e Cooper SD (105 kW/143 cv). Di serie c’è il cambio manuale a sei rapporti ma a richiesta è disponibile l’automatico, anch’esso a sei rapporti.Una nota sul nome: Bayswater è un quartiere di Londra a ovest della città, a metà strada tra Knightsbridge e Notting Hill.