“L’uso creativo di uno spazio”: dall’iconica auto, che già nel nome racchiude il concetto di compattezza, l’idea viene trasferita a una residenza abitativa urbana. È questo il tema su cui il brand si è concentrato, con la collaborazione dell’atelier di architetti giapponesi ON design di Yokohama e lo studio berlinese internazionale di ingegneri e designer Arup. In pratica ne è scaturita una installazione – visibile dal 12 al 17 aprile 2016 presso lo Spazio MINI di via Vigevano 18, a Milano – il cui centro è rappresentato da un appartamento di 30 metri quadrati che forma una micro comunità tra vicini di casa. 

Le pareti sono composte da moduli a scaffale ribaltabili verso l’esterno, con integrati diversi componenti come il gruppo cottura, il banco da lavoro e l’impianto per la diffusione musicale. A seconda di quali scaffali vengono ribaltati si svelano differenti combinazioni e caratteristiche abitative che costituiscono la base per attività estemporanee ed esperienze uniche.

In primo piano Oke Hauser (capo progetto MINI Living), dietro Osamu Nishida (ON Design) e Jan Wurm (Arup).

All’ingresso dello spazio MINI di via Vigevano i visitatori potranno ammirare le sinuose forme della nuova MINI Cabrio (vai all’articolo di RED).