Nuova Audi A4, mild-hybrid e più tecnologia

Connettività Car-to-X, ibrido leggero e nuovo sistema multimediale per l'auto simbolo dei quattro anelli. Che in Italia arriverà non prima dell'estate

15 maggio 2019 - 12:03

Se è vero che spesso, per le Audi, serve la lente d’ingrandimento per scovare le novità estetiche, stavolta la nuova Audi A4 inaugura un design più marcato dal solito. Non è un cambiamento epocale ma un sostanzioso affinamento. La partita si gioca su tecnologia e motorizzazioni, con l’arrivo del mild-hybrid.

Motori

Sotto al cofano, al lancio, la nuova Audi A4 sarà disponibile con sei motori, dal 40 TDI (2.0 TDI da 190 cv) alla S4 TDI, forte di un 3.0 TDI da 347 cv, 700 Nm e sistema mild-hybrid a 48V. Le 35, 40 e 45 TFSI a benzina (da 150, 190 e 245 cv) hanno il mild-hybrid da 12V. In seguito arriveranno anche la 30 TDI (136 cv) e 35 TDI (163 cv), entrambe con mild-hybrid da 12V. Non sparisce il cambio manuale a 6 marce ma si possono avere, a seconda dei motori, S tronic a 7 rapporti o tiptronic a 8, con trazione anteriore o quattro.

Infotainment tutto nuovo

In abitacolo trova spazio un nuovo mondo tecnologico: sulla nuova Audi A4 debutta la piattaforma modulare MMI di terza generazione, denominata MIB 3, che vanta una potenza di calcolo superiore e la Communication Box, fisicamente separata, che gestisce telefonia, servizi Audi Connect e hotspot WLAN. Scegliendo il MMI Plus la strumentazione è interamente digitale, con display da 12,3″. I comandi vocali riconoscono le espressioni di uso comune; la manopola tipica del precedente MMI è stata sostituita dal display touch da 10,1″. I clienti possono scegliere alcune funzioni aggiuntive (MMI Plus, Radio DAB e Audi smartphone interface sul mercato tedesco) e usarle per un periodo di tempo definito. Dopo la prova di determinate funzioni è possibile decidere se abbonarsi ai servizi, con scadenza un mese, un anno o per sempre, senza obbligo di disdetta.

Parla con i semafori

L’assistenza alla guida della nuova Audi A4 raggiunge un nuovo livello, grazie alla connettività Car-to-X. L’auto “dialoga” con le infrastrutture, come ad esempio i semafori, e indica al conducente la velocità giusta per sfruttare l'”onda verde” e non doversi fermare al rosso. Se presente il cruise control con funzione Stop&Go prende informazioni dal sistema Car-to-X, e adatta automaticamente la velocità anche quando non ci sono veicoli che precedono.

C’è anche la allroad

Nelle concessionarie italiane a partire dal terzo trimestre 2019, la nuova Audi A4 sarà disponibile anche in versione allroad, con sospensioni rialzate di 35 mm, carreggiate allargate, modanature sui passaruota e protezioni sottoscocca. I prezzi non sono stati ancora resi noti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Seat Ibiza, Arona e Tarraco: in arrivo nuove motorizzazioni 

Mazda EV, una prima volta… elettrica

Nissan IMk, il concept cittadino ispirato alla cultura giapponese