Pensi di guidare bene? Inizia dalla posizione

Una corretta posizione di guida favorisce il controllo dell’auto, il comfort e la sicurezza. Ecco quali regole seguire per regolare al meglio il sedile e lo sterzo.

Posizione di braccia e mani

Da evitare come la peste la guida a braccio teso – porta in dote ogni genere di rischio in caso d’urto e l’impossibilità a reagire con precisione – così come a schienale eccessivamente dritto: il torcicollo diverrebbe una costante. E le mani? Croce e delizia di gran parte degli automobilisti! Premettendo che il volante non è una biscia, quindi non tenta deliberatamente di sfuggire alla presa, è buona regola collocare le mani, prendendo spunto da un orologio, alle 9.15, vale a dire in corrispondenza dell’innesto laterale delle razze nella corona. Mai nella parte inferiore e tantomeno al vertice; così facendo diverrebbe impossibile agire con precisione.Posizione di guida-003Le auto dotate della regolazione progressiva – anziché la meno precisa soluzione a scatti – dello schienale e forti della possibilità di agire sia in altezza sia in profondità sul piantone dello sterzo rendono più agevole trovare la posizione di guida corretta. Altrettanto importante è valutare se sia possibile variare l’altezza del sedile. In tal caso, al di là dei gusti personali, è fondamentale mantenere la cintura di sicurezza al di sotto del collo ed evitare di trovarsi con il capo troppo vicino – quando non a contatto – con il padiglione dell’auto.

Seduta e sterzo

Il poggiatesta