Pneumatici all season, la guida all’acquisto

Sono universali, adatti alla guida d’estate e al tempo stesso a norma di legge ed efficaci anche d’inverno. Ecco quali sono, quanto costano e che vantaggi promettono i migliori pneumatici all season.

Se si parla di pneumatici, il detto “non è mai troppo tardi” va trasformato in “non è mai troppo presto”. Del resto si sa, quelle quattro cose tonde e nere sono fondamentali per la nostra e altrui sicurezza. Il che non significa dimenticarsi dei vincoli di budget che tutti noi (beh non proprio tutti tutti) abbiamo. Ecco perché è bene tenere in considerazione i pneumatici all season detti anche pneumatici 4 stagioni – alcuni dei quali (Michelin CrossClimate 2, per esempio) già arrivati addirittura al terzo step evolutivo. Tornando alla questione del “timing”, settembre potrebbe essere un buon periodo per iniziare a pensare al prossimo treno di pneumatici, se uno dei due o entrambi i vostri estivi o invernali dev’essere sostituito.

Pneumatici 4 stagioni Ok per la sicurezza, ok per la legge

Lanciati pochi anni fa dai principali Costruttori, come suggerisce il nome sono adatti a ogni condizione meteorologica. Forti della marchiatura M+S (dall’inglese Mud e Snow, vale a dire fango e neve, a indicarne la polivalenza d’utilizzo), possono essere sfruttati in qualsiasi periodo dell’anno, anche in autostrada, senza incorrere in sanzioni. Così, quando gli altri si affannano dal gommista elemosinando un attimo d’attenzione per passare dalle coperture estive a quelle invernali, o viceversa, grazie alle gomme 4 stagioni voi potete leggere il giornale al bar e bervi uno spritz.

E non vi preoccupate: si tratta davvero di coperture capaci di quasi tutto, dove in quel quasi ci sono solo le salite più ripide e completamente innevate. In quel caso, la differenza tra un invernale “puro” e un 4 stagioni potrebbe farsi determinante, a favore ovviamente del primo. Nella prossima pagina tutti i dettagli.

Introduzione

A metà strada tra estive e invernali

Prezzi reali

I modelli