Puritalia 427: nel segno della Cobra

La prima creazione della factory italo-americana Puritalia è una spider a tiratura limitata ispirata alla storica roadster ideata da Carroll Shelby. Mossa da un V8 5.0 aspirato o supercharged, può contare su potenze comprese tra 445 e 605 cv.

17 dicembre 2014 - 15:12

In principio furono le Cobra, creazioni “ibride” nate dalla partnership tra la factory inglese AC Cars e il designer, pilota e imprenditore americano Carroll Shelby, cui va attribuita l’intuizione di dotare dei possenti V8 Ford le leggere vetture britanniche. Oggi quelle linee epiche, fonte d’ispirazione per gran parte delle spider Made in Usa degli Anni ’60, tornano a vivere grazie all’italo-americana Puritalia 427.

L’inedita roadster, ancora in forma prototipale, dovrebbe debuttare nel 2015 per poi essere prodotta in 427 unità nel corso del 2016 con un prezzo d’attacco di… 180.000 euro. Tutt’altro che noccioline. Lunga 4,37 metri e pesante 1.150 kg, la due posti Puritalia può contare su di una bilanciata ripartizione delle masse tra gli assali (50:50), favorita dalla realizzazione del telaio in alluminio e della carrozzeria in fibre composite. Sotto il cofano pulsa un V8 5.0 Ford in configurazione aspirata da 445 cv e 530 Nm di coppia oppure sovralimentata mediante compressore volumetrico, così da erogare 605 cv e 640 Nm. L’unica trasmissione disponibile è una classica unità manuale a 6 rapporti cui si accompagna un differenziale autobloccante per favorire la trazione al retrotreno.

Analogamente alle storiche Cobra, le sospensioni seguono uno schema a ruote indipendenti con bracci triangolari sovrapposti, molle elicoidali e ammortizzatori telescopici a taratura variabile sia all’avantreno sia al retrotreno. Le barre antirollio sono anch’esse regolabili, mentre l’impianto frenante – Made in Brembo – prevede dischi autoventilanti anteriori da 380 mm di diametro e posteriori da 345 mm sui quali agiscono pinze rispettivamente a 6 e 4 pistoncini. Interamente personalizzabile in base ai gusti dei clienti, la 427 verrà seguita, nel 2018, da una coupé a motore centrale e trazione integrale. Quest’ultima resa possibile dall’abbinamento di un V8 a benzina a un motore elettrico operante in corrispondenza dell’assale anteriore.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

SsangYong Korando, arriva la versione bifuel  

Kia Stonic, mild hybrid per rispondere alla concorrenza. Le novità punto per punto

volkswagen maggiolino elettrico e-kafer

Volkswagen Maggiolino e Golf I: le comprereste elettriche?