San Valentino firmato Maserati

Due idee regalo per fare un figurone il 14 febbraio. Con la benedizione di uno dei brand italiani che ha fatto dello stile il suo marchio di fabbrica

7 febbraio 2016 - 16:02

Mancano pochi giorni a San Valentino, un appuntamento festeggiato da molte coppie in buona parte del globo. La tradizione prevede il rispetto di alcuni canoni, quali il mazzo di rose rosse, il bigliettino d’amore, la scatola di cioccolatini, la cena a lume di candela… E, a condire il tutto, una bella spolverata di cuoricini.

Se non avete ancora trovato il regalo giusto per questa ricorrenza e volete cambiare registro con un dono diverso, ecco un paio di proposte. A metterci la firma un brand come Maserati, capace di combinare, anche per questa occasione, glamour a raffinatezza made in Italy.

PER LEI Un elegante bracciale potrà senz’altro allietare la giornata della vostra compagna, specie se appassionata di motori. Creato artigianalmente dalla storica argenteria padovana Calegaro, il bracciale è in argento 925 e realizzato a maglia larga. Ad arricchirlo un grazioso charm Tridente, simbolo della casa automobilistica, proposto in una moderna finitura blu.

PER LUI La sacca/trolley della collezione Officine Alfieri Maserati potrà essere apprezzata da chi è sempre pronto a partire. Realizzata in morbida pelle di vitello nera con inserti in verde militare, si distingue per gli elementi che la personalizzano, come il logo ovale Maserati “Saetta” in metallo, doppia maniglia in pelle con anelli personalizzati Maserati. La sacca è staccabile dal trolley, per poter essere usata separatamente.

Per scoprire queste e altre proposte delle collezioni Uomo e Donna Maserati entra nel Maserati store

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Fiat Concept Centoventi, frontale, Salone di Ginevra 2019

Fiat Centoventi, 500 elettrica e le altre novità di Fiat in arrivo

tutor ok

Tutor di nuovo attivo entro pochi giorni. La Cassazione dà ragione ad Autostrade

dodge_viper_rt_10 rossa

Youngtimer – Dodge Viper, storia della supercar che non c’è più. Purtroppo