Suzuki Jimny Shiro

La Jimny si veste, in 150 esemplari, di bianco e di rosso. E offre compreso nel prezzo un corso di fuoristrada

Si chiama Jimny Shiro Limited Edition la piccola fuoristrada Suzuki, con colori che richiamano la bandiera giapponese. La produzione è limitata a 150 pezzi e – sotto il candido bianco (shiro vuol dire proprio questo, in giapponese) con note circolari rosse (impossibile non ritrovarvi il richiamo alla bandiera nipponica) – non cambia la sostanza, con meccanica inalterata rispetto alla Jimny che già conosciamo.Fuoristrada? Certo: la Jimny ha numeri da 4×4 pura, visto che l’angolo d’attacco è di 42° e quello di uscita di 46° (l’angolo di dosso superabile è di 31°). Ma anche cittadina spigliata: le dimensioni rimangono inalterate, e i 377 x 165 cm collocano la piccola Suzuki a cavallo tra segmento A e B. Rispetto a un’utilitaria, ovviamente, cambiano altezza da terra (19 cm) e complessiva (170 cm).La veste estetica è specifica, come accennato: la verniciatura è bianca lucida, con paracolpi angolari esterni e l’ideogramma “Shiro” sul copriruota di scorta. Bianco all’interno, sulle modanature della bocchette dell’aria e della leva del cambio.La Shiro, commercializzata al prezzo di 17.533 euro, porta con sé una dote particolare: un corso di guida in fuoristrada denominato Off Course della durata di 2 giorni organizzato in collaborazione con la Federazione Italiana Fuoristrada, nelle strutture di Palagano (MO), alla fine del quale verrà rilasciato un canonico attestato di partecipazione. Vitto e alloggio per le due giornate sono a carico di Suzuki; il cliente provvederà per contro alle spese di trasferimento.