Toyota Yaris 2017: una sportiva anticipa il facelift

A due mesi dal Salone di Ginevra Toyota svela due foto della nuova variante sportiva della gamma Yaris 2017. Le sue forme anticipano il facelift che toccherà anche le versioni più tranquille

13 gennaio 2017 - 11:01

Mancano ancora un paio di mesi all’apertura del Salone di Ginevra, che andrà in scena dal 9 al 17 marzo, ma Toyota si trova “costretta” a svelare in anticipo una sua importante novità, la Yaris 2017. Il motivo è presto detto: la piccola giapponese sfoggerà nella kermesse elvetica un facelift, che si potrà ammirare però già in parte nei prossimi giorni sulla nuova vettura che prenderà parte al Rally di Monte Carlo, segnando l’ingresso di Toyota nel WRC. Da qui la decisione dei vertici delle Tre Ellissi di scoprire già le carte e mostrare le due immagini ufficiali, che svelano dove le matite dei designer anno insistito di più, ovvero sul frontale e sulla coda. Il resto degli interventi riguarderà l’abitacolo e l’assetto, perché già si parla di passi avanti sul fronte del comfort e della maneggevolezza.

Le foto, tra l’altro, non riguardano una versione qualsiasi ma una debuttante di lusso. Quella che si può ammirare è infatti la nuova punta di diamante sportiva della gamma Yaris 2017, che la stessa Casa definisce come un anello di congiunzione tra la macchina da gara e quelle normali, che già popolano il listino. Che non sia una utilitaria qualsiasi lo coglierebbe bene anche un ipovedente. Colorazione a parte, questa Yaris sfoggia una vorace presa d’aria trapezoidale, sottolineata da uno spoiler e sovrastata dal cofano nasuto. In coda, invece, si contendono gli sguardi l’alettone che sormonta il lunotto e il diffusore, con un grosso terminale di scarico centrale. A soffiare al suo interno sarà un motore accreditato di oltre 210 cv, mentre della tenuta si occuperanno cerchi da 17 pollici con pneumatici 215/50. Inutile dire che le sorelle tutte casa-e-lavoro avranno un aspetto più sobrio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

alfa_romeo_SZ rossa tre quarti anteriore

Alfa Romeo SZ e RZ, design “difficile”, meccanica autentica – Youngtimer

Skoda-Octavia-wagon

Altro che SUV, le migliori 10 station wagon fra i 20.000 e i 30.000 euro

Le auto costano troppo? No, ecco perché