Un 2016 in netta ripresa per auto e moto

Lo rivela il quinto Osservatorio Compass, che ha registrato una significativa crescita per entrambi i comparti con il supporto del credito al consumo

Il 2016 sta per concludersi e, come consuetudine, a fine anno è tempo di bilanci. In questa occasione a redigerne uno è il quinto Osservatorio Compass, lo studio sul credito al consumo del Gruppo Mediobanca condotto sui venditori convenzionati. Da questa indagine emerge il ruolo fondamentale della mobilità a quattro e a due ruote per far muovere il sistema produttivo del nostro Paese. La fiducia dei consumatori in questi comparti viene confermata dalla forte impennata registrata appunto dai finanziamenti per l’acquisto di auto e moto, che nel primo semestre di quest’anno hanno registrato un significativo +24% rispetto a quello passato, con un erogato complessivo a fine anno che si stima arrivi a circa 14 miliardi di euro. Nel dettaglio, il 66% dei privati ha chiesto un finanziamento per portarsi in garage una vettura nuova, che resta il mezzo di spostamento preferito dagli italiani, e il 47% per salire in sella a un motociclo, prevalentemente uno scooter. compass02

Se diamo uno sguardo ai principali trend innovativi del settore, al primo posto troviamo i motori elettrici/ibridi sia nel comparto del motociclo (51,2%) sia in quello dell’automotive (48,8%). L’attenzione per l’ambiente va a braccetto con la volontà di ridurre i costi, scegliendo il noleggio a lungo termine sul fronte auto (30%) e su quello moto (23,1%). Sempre più spazio lo guadagnano anche le App, che consentono di gestire e controllare i veicoli da remoto, rendendoli sempre più connessi e multimediali (lo afferma il 46% dei convenzionati auto e moto). Un altro aspetto da segnalare, che orienta la scelta degli italiani, è la preferenza per le city car e le utilitarie, vetture un po’ meno care e dai consumi ridotti, anche sul fronte della gestione e manutenzione ordinarie.

i-driver-di-scelta-del-cliente