Cannondale Trigger

Telaio in carbonio, Lefty di ultima generazione, escursione variabile dell’ammortizzatore. La Trigger è la principale novità MTB in Casa Cannondale per il 2013

Settembre è un mese mese “caldo” per quello che riguarda le esposizioni dedicate al “2SENZA”: si comincia con Eurobike in Germania dal 29 agosto al 1° settembre; poi è la volta di EICA, a Verona dal 15 al 17 settembre; si chiude con Padova dal 22 al 24 settembre. Tra poco verranno presentate tutte le novità stradali e off road per l’anno che verrà. In particolare, RED sarà media partner di EICA (www.eica.it), di cui per l’intero week end vi racconteremo le principali news. Ricordiamo anche la possibilità di testare sul campo i nuovi modelli su due circuiti dedicati, magari in compagnia dell’olimpionica Paola Pezzo, madrina della manifestazione.Tra le novità MTB più interessanti c’è sicuramente la Trigger, che si aggiunge alla famiglia “Overmountain” di Cannondale, di cui già fanno parte Claymore e Jekyll. La Claymor è quella che ha la maggior predisposizione per la discesa: ha telaio in lega “Smartformed”, sterzo oversize Diablo e ammortizzatore Dyad Rt2 con escursione variabile da 180 (Flow) a 110 (Elevate). La Jekyll è invece dedicata a chi ha buone doti di resistenza: è disponibile sia in carbonio “Ballistec” sia in lega, e la disciplina che più le si addice è certamente l’enduro. Con l’arrivo della Trigger, Cannondale fa crescere l’escursione della Jekyll da 150 a 160 mm in modalità Flow e 90 mm in modalità Elevate.Da oggi, dicevamo, tra le Overmountain c’è anche la Trigger, che è la più leggera e pedalabile della famiglia. Anche Trigger, come le sorelle, dispone dell’ammortizzatore Dyad 2 realizzato in collaborazione con Fox. La sua peculiarità è che si possono modificare assetto, escursione e comportamento in modo differente per salita e discesa. L’ammortizzatore dedicato alla Trigger ha un’escursione massima di 120 mm, sfruttabile in modalità “Flow”, che si riduce a 70 mm in modalità Elevate.Il telaio è in fibra di Carbonio Ballistec. Cannondale con la Trigger colma così il vuoto che da tempo era presente nella categoria dei 120 mm, dove mancava una bici in carbonio estremamente competitiva nel peso (la Rz 120 in alluminio resta comunque in catalogo); Trigger è controcorrente rispetto alla tendenza del mercato poiché punta sulle ruote da 26″ e non su quelle più di moda da 29″ o 27,5″ (anche se probabilmente tra poco arriverà la Trigger 29er).Merita una menzione anche la forcella: la Trigger monta infatti la nuova Lefty, la famosa forcella con un solo stelo, la cui escursione è di 130 mm. Per il suo 13° compleanno la Lefty è stata completamente rivista per essere più leggera e più rigida; nuovo è anche il pacchetto guarnizioni, che ora è in grado di isolare la cartuccia e ha quindi permesso di sostituire la vecchia protezione in gomma con una in plastica.