Cos’è
Le Northwave Extreme RR sono il modello di punta della gamma dedicata al ciclismo su strada.

Utilizzo
Ciclismo amatoriale al massimo livello, gare amatoriali e professionistiche.

Com’è fatto
Il nome dice molto della destinazione di queste scarpe: come se non bastasse “Extreme”, in Northwave hanno pensato di aggiungere RR, declinando la sigla con un perentorio “Road Race”. Gare su strada. Agonismo puro. Con 220 grammi di peso dichiarato, uno specifico sistema di chiusura e la suola in fibra di carbonio, le Northwave Extreme RR hanno tutte le caratteristiche richieste a un prodotto di altissima gamma. Comprese le colorazioni d’impatto, con due combinazioni di nero e giallo fluorescente, e il prezzo di listino di 369,99 euro.

I progettisti si sono concentrati sull’eliminazione dei punti di pressione, attraverso la costruzione a strati chiamata XFrame: rete interna, strato intermedio di supporto (più rigido) e strato esterno di 0,5 mm di spessore. La linea della Northwave Extreme RR è essenziale e affilata, come si conviene a un prodotto dedicato all’agonismo; la riduzione al minimo della quantità di materiale utilizzata risponde alla necessità di contenere il peso, senza dimenticare l’esigenza primaria di avvolgere il piede.

 

Il sistema di chiusura SLW2 delle Northwave Extreme RR ha un ruolo fondamentale: permette la chiusura micrometrica e l’apertura con un solo gesto; il cavo in materiale sintetico Dyneema rivaleggia con l’acciaio quanto a resistenza ma è più flessibile, quindi segue meglio il percorso definito lungo il dorso delle scarpe, senza generare punti di pressione. Aderente e morbida, ecco come deve essere la Extreme RR per il fondatore di Northwave Gianni Piva: “Abbiamo lavorato molto sulla tecnologia XFrame, disegnando con attenzione ogni angolo di passaggio dei cavi e scegliendo i materiali più morbidi mai utilizzati nelle nostre scarpe, e siamo arrivati ad una soluzione molto innovativa, che permette la calzata più aderente e precisa mai vista su una scarpa da ciclismo su strada”.

Il giudizio di RED
La notevole leggerezza (300 grammi effettivi con tacchette Look e viti) conferma la vocazione strettamente agonistica di queste scarpe. Vocazione confermata dal primo approccio: questa non è e non vuole essere una scarpa comoda, nemmeno da indossare. Ci vuole qualche secondo, infatti, per scostare i lembi, che restano vicini e oppongono resistenza anche quando il cavo è completamente rilasciato. Il comfort, dunque, non è il punto forte delle Northwave Extreme RR, che però evidenziano subito la calzata precisa e decisamente stretta. Non è nemmeno necessario stringere bene il cavo per sentire i piedi ben fasciati dalle scarpe. Il ciclista, di conseguenza, beneficia di un vincolo molto stretto tra piede e scarpa, che diventano tutt’uno grazie anche all’effettiva assenza di punti di pressione lungo tutta la superficie interna delle Northwave RR. Il ciclista “sente” i pedali, per via della notevole rigidità complessiva e della distanza ridotta tra piedi e pedali. A livello ergonomici la forma della pianta sembra privilegiare chi ha piedi stretti e affusolati, a scapito degli altri, che possono comunque optare per questo modello qualora desiderino la massima efficienza nella trasmissione delle forze. Bene, per finire, il sistema di regolazione del cavo SLW2, sia per la precisione, sia per la facilità di rilascio. E il prezzo? Da agonisti, senza dubbio. O da amatori molto attenti alle prestazioni.

Contatti
Northwave
Web