San Marco, addio dolore in sella

L’azienda di Rossano Veneto lancia DiMA Selector, un metodo che permette a ciascun ciclista di trovare la sella più adatta alle proprie esigenze, rispondendo a poche semplici domande. E’ la fine dei dolori in sella?

24 settembre 2014 - 16:09

Non esiste ciclista al mondo che non abbia sofferto a causa della sella della propria bicicletta. E’ questione di callo, si dice, o di abitudine.

 

Spesso però è anche una questione di sella, componente cui non tutti prestano la giusta attenzione ma che non corretta può causare dolori; tali da rovinarci il piacere della pedalata ed essere fonte di fastidi fisici.
Come si fa a scegliere la sella giusta? L’esperienza ovviamente fa la sua parte, ma San Marco ha messo a punto un metodo per trovare quella più adatta prima di salire in sella. Si chiama Dima Selector, è frutto dell’esperienza acquisita in 80 anni di storia dell’azienda ed è stato sviluppato attraverso studi medici e analisi biomeccaniche, testato poi direttamente sul campo da atleti, professionisti e amatori. DiMA Selector non si limita ad analizzare le caratteristiche antropometriche ma raccoglie dati legati anche al settaggio della bici e allo stile soggettivo di pedalata del ciclistica.

Un vero e proprio selettore, quindi, attraverso il quale, inserendo i parametri richiesti, il ciclista verrà orientato verso il modello che risponde maggiormente alle proprie esigenze.
Il funzionamento è molto semplice, basta infatti selezionare per ogni parametro la risposta tra quelle proposte che più si avvicina alle proprie caratteristiche. Il ciclista dovrà stabilire: se ha un’età inferiore ai trenta, compresa tra i trenta e i quarantacinque oppure superiore ai 45 anni; se la sua sensibilità alla pressione perineale è elevata, moderata o assente; se la sua corporatura, utilizzando la classificazione conosciuta come “somatotipo”, è endomorfa, mesomorfa o ectomorfa; se la misurazione della differenza altezza sella-manubrio presenta un delta alto, medio o basso; se il suo stile di pedalata, richiede un tipo di seduta waved o flat.
Il test può essere effettuato presso i rivenditori San Marco oppure seguendo le istruzioni sul sito web dell’azienda.

Fine dei dolori in sella dunque? Presto su RED un test di verifica sulla nostra pelle.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

CES 2020, la guida autonoma secondo ZF

Scott eRide
82 bici a pedalata assistita

Giant Glory Advanced
sfida al vulcano