Abbigliamento moto, lo scaldacollo sostenibile e cool: Segura Keith

Realizzato in un poliestere che deriva dal riciclo dei rifiuti in plastica, unisce qualità e sostenibilità ambientale

Per le motocicliste e i motociclisti, ma non solo: il nuovo scaldacollo Keith by Segura (marchio specializzato nell’abbigliamento dal 1967) si adatta a vari utilizzi; 10 secondo l’azienda. Nella stagione fredda e anche in quella intermedia, i 60 cm di tessuto proteggono non solo dall’aria ma anche dalle tanto temute “drop”. Sì, anche dalle goccioline di saliva che fanno da mezzo di trasporto e diffusione, fra le altre cose, del Coronavirus.

Funge anche da mascherina protettiva

Basta infatti piegare in 4 e inserire gli appositi elastici, che lo scaldacollo Keith diventa una mascherina dalle riconosciute capacità protettive. Il tessuto è infatti trattato appositamente (il trattamento Sanitized® per ridurre la carica batterica è efficace fino a 10 lavaggi a bassa temperatura) per limitare la diffusione delle goccioline. Nello specifico, offre una protezione pari a 90% (BFE). Inoltre, la traspirabilita’ rimane a 29,7 Pa/cm3, quando il massimo autorizzato per il materiale medico e’ di 40.

Tornando alle varie tipologie di utilizzo, Keith come scaldacollo ma può essere usato anche come cappello, fascia per capelli, elastico, passamontagna, mascherina. La sua è una funzione protettiva nei confronti del sole, del vento e dell’umidità. La taglia è unica, i colori disponibili sono invece due: nero e rosso. Il prezzo? 25 euro.