Voglia di bagger. La nuova K 1600 B, con forme in parte differenti, fece la sua prima apparizione sulla scena motociclistica all’inizio del 2015, identificata come Concept 101 al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este a Cernobbio. Un anno e mezzo più tardi quell’idea è diventata un prodotto di serie, in vendita nelle concessionarie BMW di tutto il mondo. Sulla base decisamente solida del motore sei cilindri in linea da 160 cv di potenza, BMW ha pensato di proporre un modello certamente di nicchia ma che potrebbe incontrare i gusti di numerosi motociclisti, anche europei. Honda nel recente passato ha fatto lo stesso sulla base a sei cilindri (boxer) della Gold Wing, creando la F6B: oggi BMW ribatte con una moto che ne è la concorrente diretta, e che dovrà vedersela anche con alcune delle migliori Harley-Davidson in gamma.

Proposta nella sola colorazione nera, questa bagger si riconosce subito grazie alle linee della zona posteriore, molto in linea con gli stilemi tipici della specifica categoria: valigie laterali basse con gruppi ottici integrati, sella del passeggero notevolmente più accessibile per via del nuovo telaio posteriore, e un aspetto decisamente più muscoloso rispetto alla K 1600 GT da cui la “B” deriva. Il parafango posteriore si solleva con facilità per agevolare l’accesso alla ruote, mentre  i terminali di scarico bassi e cromati contribuiscono a delineare la forte personalità della moto.

Le minori dimensioni del parabrezza sono compensate dalla specifica disposizione dei componenti della carrozzeria, compresi i deflettori a protezione delle mani. Gli specchi retrovisori dal nuovo disegno hanno una forma più tondeggiante di quelli della K 1600 GT. Le sospensioni a regolazione elettronica Dynamic ESA con modalità di funzionamento Road e Cruise sono di serie. La prima privilegia l’efficienza dinamica; la seconda, invece, è pensata per i passaggi a bassa velocità, e quindi punta sul massimo comfort grazie all’assetto particolarmente morbido. Debutta la retromarcia, con un pulsante dedicato sul blocchetto sinistro. Il cambio Pro con assistenza per salire e scalare senza frizione è proposto come optional a pagamento. Tra le possibilità di personalizzazione figurano le pedane avanzate per pilota e passeggero, nonché le ruote fucinate a undici doppi raggi.