Dopo i successi in pista con la eCRP, le performance ecologiche diventano stradali. Ecco servito il primo esemplare di moto elettrica omolgata per la circolazione "civile". Il suo nome? Energica, ovviamente...

10 novembre 2011 - 17:11

Un progetto importante per una Casa 100% italiana: si chiama Energica ed è il primo prototipo di moto sportiva integralmente elettrica sviluppato da CRP. Dopo aver viaggiato per due anni dall’Europa all’America per portare in pista la eCRP, lo staff ha sviluppato ogni singolo dettaglio con l’obiettivo di riuscire a produrre il primo esemplare di streetbike elettrica in grado di competere con le moto endotermiche di ultima generazione.

Evoluzione è la parola d’ordine e la sfida della CRP è chiara: portare, finalmente, la teconologia fuori dalla pista e produrre una moto elettrica efficiente e utilizzabile esattamente come una tradizionale con motore a scoppio. Quello ammirato all’eicma, sebbene perfetamente funzionante, è un prototipo. Energica è in fase di sviluppo, ma i dati tecnici sono già noti: potenza 100 kW (136 cv), autonomia 150 km, velocità di punta 220 km/h.

Per quanto riguarda la ciclistica da notare l’impiego dell’impianto frenante Brembo con doppia pinza anteriore ad attacchi radiali e pinza fissa al posteriore, mentre il monoammortizzatore è Ohlins con interasse regolabile. La CRP Energica non è ancora in vendita, ma è possibile prenotarla attraverso il sito internet www.energicasuperbike.com.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Shoei GT-Air 2 Top di gamma

EICMA for kids, le due ruote spiegate ai più piccoli

1000 km con KTM 790 Duke