Honda RC213V-S

Lungamente attesa, sulla bocca degli appassionati da anni. Ora è arrivata. Ma si tratta di un concept, non di un […]

Lungamente attesa, sulla bocca degli appassionati da anni. Ora è arrivata. Ma si tratta di un concept, non di un modello in produzione, né ufficialmente previsto per un imminente lancio sul mercato. La sigla S significa Street Legal. Come a dire che della MotoGP a cui palesemente si ispira, nella tecnica e nell’estetica, conserva tutto quello che si può conservare per l’utilizzo su strada. L’importante, comunque, è vederla. Finalmente.Rispetto alla moto portata in pista da Marquez e da Pedrosa le differenze, almeno per quanto si può osservare dall’unica foto finora disponibile, si riducono allo stretto indispensabile: i gruppi ottici anteriori, piccoli e ben incastonati nella presa d’aria anteriore; il portatarga, gli indicatori di direzione. Gli specchi retrovisori sono fissati alle protezioni delle manopole. D’altronde Honda definisce questo modello “versione omologata per uso stradale della RC213V MotoGP”, cioè la moto campione del mondo 2013 e 2014. La componentistica è di primissima qualità: forcella Ohlins, pinze Brembo monoblocco, paratie in fibra di carbonio. La sella è rigorosamente monoposto, costituita da un sottile foglio imbottito, il minimo per non sedersi direttamente sul codino…Honda chiarisce che questo modello non sostituisce la CBR1000RR Fireblade: d’altra parte è logico ipotizzare che, qualora arrivasse nelle concessionarie, il prezzo sarebbe comunque molto elevato. Comunque a tutti gli appassionanti, benestanti o meno, conviene sperare che qualcuno in Giappone decida che è il momento di avviare la produzione. Per sognare insieme.