Husqvarna Baja Concept

La Casa varesina ci prende gusto con il retrò, e dopo la Moab lancia la Husqvarna Baja, una concept ispirata alle moto da enduro, anzi alle moto da regolarità, del passato

Se il fenomeno “modern-classic” ha tanto successo tra le moto stradali, perché la stessa ricetta non potrebbe funzionare anche tra le moto off road? La pensa evidentemente in questo modo Husqvarna che, dopo aver debuttato sull’asfalto con la Nuda 900, ora vuole dimostrare che la strada le interessa molto seriamente e che è in grado di spaziare in vari segmenti senza troppi problemi.Così dopo aver lanciato a Milano il concept della Moab (uno dei più belli del salone, a mio parere) si sposta a New York e lancia la Baja. La base di partenza è ovviamente la stessa, ovvero il monocilindrico da 654 cc a iniezione con raffreddamento a liquido e 5 marce che muove la G 650 GS e che ha motorizzato intere generazioni di BMW (F650GS, serie G650 Xcountry, G650 XChallenge, G650Xmoto).Da lì nasce la Moab (una specie di moto da short track) e dalla Moab nasce anche la Baja, che vuole offrire un look maggiormente off road grazie alle ruote tassellate e si propone come dual sport di gusto retrò. Interessante il fatto che con questi tre concept Husqvarna abbia dimostrato come sfruttando l’accoppiata di ruote 17″/19″ si possano costruire moto piuttosto diverse tra loro.La Baja è stata presentata al News York International Motor Show e chiude il trittico di concept su base monocilindrica BMW lanciato con la Strada e proseguito con la Moab. Con tutto questo fermento di concept è ovvio aspettarsi che qualcosa bolla seriamente in pentola. Il gruppo BMW (di cui Husqvarna fa parte) non è abituato a produrre concept per il gusto di farlo: la prassi vuole che quello che vediamo a livello di prototipo un anno diventi realtà (magari sotto altre forme) l’anno successivo. Per quel che riguarda la Moab e la Baja speriamo che non cambino nemmeno le forme…