La Junior Moto School è una scuola che da otto anni si propone di avvicinare i bambini al mondo delle due ruote. L’idea è di Giorgio Gallinelli, istruttore federale e prima ancora papà. Un corso che parte da zero, mettendo in moto bimbi e ragazzi che non ci sono mai saliti prima e che aiuta a migliorare chi invece ha già provato.

Due ore di lezione su un prato recintato, in piena sicurezza, in un clima giocoso e divertente. Esercizi per imparare a controllare la moto tra birilli, frenate, brevi tracciati e alla fine anche un salto: un’immensa soddisfazione riuscire a farlo per chi prima non sapeva neppure dove fosse l’acceleratore. E per i più esperti c’è un piccolo fettucciato dove iniziare a mettere in pratica quello che si è imparato.

Si può scegliere tra 4 turni, due al mattino e due al pomeriggio. I bambini sono suddivisi in piccoli gruppi, seguiti ognuno da uno o due istruttori. Le pause sono condivise, per fare merenda, chiedere o dare suggerimenti prima di risalire in moto con immensi sorrisi sporchi di cioccolata.

Basta avere almeno 4 anni e aver già tolto le rotelle alla bicicletta per partecipare alla Junior Moto School. Non c’è una età massima, tanto che sono molte le mamme che hanno voluto provare a salire in moto. Anche i papà lo chiedono spesso ma le moto a disposizione sono troppo piccole. Le protezioni, il casco e le mascherine sono fornite dall’organizzazione – Acerbis e Ariete sono sponsor tecnici – al pari delle moto, ma chi ne ha una sua naturalmente può usarla.

Dal 2017 la Junior Moto School è diventata una scuola ufficiale Yamaha: si può scegliere tra PW50, TT-R 50, TT-R 110, YZ85 TT-R 125 o anche provare il quad ATV YFZ50.

I corsi della Junior Moto School si svolgono nelle sedi di Manerba del Garda (BS) e Vimercate (MB), oltre che in concomitanza delle più importanti fiere di settore, feste e moto raduni (il calendario sul sito http://www.juniormotoschool.it ).

Le formule di partecipazione sono due: il corso completo da due ore (69 euro) e la Demo da 20 minuti (15 euro).

È sorprendente vedere tutti i bimbi guidare dopo sole due ore, pieni di entusiasmo per essere stati in grado di compiere un’impresa straordinaria per la loro età.

Quello che mi è piaciuto molto è il clima rilassato, familiare, privo di agonismo. L’atteggiamento protettivo e competente degli istruttori riesce a motivare anche i più timidi, arginando gli eventuali eccessi di entusiasmo dei bambini più intraprendenti. E alla fine del corso vengono consegnati attestati, adesivi e gadgets.

Si torna a casa con in auto bambini davvero felici, che per giorni e giorni continueranno a chiedere “Quando torniamo?”. Alla fine è questa, la necessità di tornare, la sola controindicazione.

Riferimenti del corso
Telefono: 328 378 5044 (Roberta)
e-mail: [email protected]
Responsabile: Giorgio Gallinelli