Dopo aver debuttato sulla passerella dell’Intermot con una grintosa carena, la Kawasaki Ninja 650 è pronta a sfilare all’Eicma in versione naked. L’annuncio arriva come un fulmine a ciel sereno dalla Casa di Akashi, che rilascia la prima immagine ufficiale della moto mentre il Salone di Colonia è ancora in corso. Questa nuova media è destinata a portare un nome glorioso del passato, Z650, proprio come quella che può essere considerata sua sorella maggiore, quella Z900 svelata insieme e con cui si contenderà i riflettori a Milano.

La Kawasaki Z650 svolge in modo nuovo un tema classico, quello della moto versatile, facile e divertente, raccogliendo il testimone da un bestseller come la ER-6n. Il legame più forte con quest’ultima lo sancisce il motore bicilindrico parallelo, mentre il telaio è completante inedito e sfrutta un traliccio in tubi d’acciaio che richiama un po’ quello della strapotente H2. Le sovrastrutture segnano a loro volta un cambiamento epocale: addio alle forme sobrie del passato e spazio a una carrozzeria grintosa e slanciata, che segue il cosiddetto Sugomi style, portato alla ribalta dall’ultima Z1000. Molto personale è soprattutto il codino, che punta deciso verso l’alto, con una luce a LED, mentre sul fronte opposto spicca il cupolino, con alle spalle la strumentazione multifunzione digitale. Quanto alle sospensioni la forcella ha steli da 41 mm, mentre al retrotreno c’è un monoammortizzatore disposto orizzontalmente, secondo lo schema Back-link.

Tra i dati disponibili spicca in primis l’altezza della sella, che, con i suoi 79 cm, sembra perfetta per mettere a proprio agio i neofiti. Promettono bene i consumi dichiarati, 23,4 km/litro, e il peso di soli 187 kg per la versione con ABS, che lascia ben sperare sul fronte della facilità di guida. Quattro i colori: bianco, verde e titanio, tutti abbinati al nero, cui si aggiunge una livrea all black.