Kawasaki ZZ-R 1400

Potenza pura in un abito elegante, questa è la Kawasaki ZZ-R 1400 2012 che all’EICMA si svela in tutta la sua possenza.

A un occhio distratto può sembrare un semplice restyling, in realtà per il 2012 l’ammiraglia sportiva di Akashi si rinnova in molti particolari, anzi possiamo dire che si rinnova completamente. Pur mantenendo, infatti, un look simile alla versione 2011 la Kawasaki ZZ-R 1400 cambia un po’ nello sguardo con i nuovi fari raggruppati a tre a tre sotto due lenti trasparenti. A cambiare sono anche i terminali di scarico, con corpo nero e fondello pentagonale grigio. E visto che il motore si è anche “scaldato” a livello di potenza, arrivano nuovi sfoghi per l’aria calda.Più potenza, dicevamo, e anche più cilindrata perché il motore vede la corsa aumentare di 4 mm (ora alesaggio e corsa sono di 84 e 65 mm) e di conseguenza la cilindrata aumentare a 1.441 cc. Cambiano anche però molti altri dettagli, tecnici, a partire delle bielle più lunghe di 3 mm, passando per l’albero motore che aumenta di diametro (da 38 a 40 mm), per finire con i pistoni più leggeri e gli alberi a camme che cambiano i profili per aumentare l’alzata delle valvole. Aria fresca per il quattro cilindri che sfrutta un filtro aria più permeabile e collettori di diametro maggiorato. Facile quindi ipotizzare un ulteriore aumento di prestazioni, che puntualmente arriva, con 200 cv tondi a 10.000 giri che diventano 210 quando l’airbox va in pressione. La coppia massima è invece di 162, 5 Nm (16,6 kgm) a 7.500 giri ma a 2.000 giri sono già disponibili 9,5 kgm.Il telaio mantiene un disegno simile a quello del 2011 ma è completamente riprogettato per aumentarne la rigidità. Il forcellone si allunga di 10 mm, facendo crescere di pari passo l’interasse che tocca i 1.480 mm. Le sospensioni adottano molle più rigide e la taratura dell’idraulica è rivista, per assicurare un maggior controllo nella guida sportiva, che beneficia anche di nuove ruote più leggere.Tra le novità introdotte dalla Kawasaki ZZR 1400 2012 si segnala anche un impianto ABS con una nuova logica di funzionamento, che migliora le sue prestazioni sullo sconnesso. Inedita, per la moto la doppia mappatura, la mappa low, in questo caso, mette a disposizione circa il 75% della potenza massima. Debutto anche per il controllo di trazione KTRC (Kawasaki TRaction Control), regolabile su tre diversi livelli.Due sono infine i colori disponibili per la Kawasaki ZZR 1400 2012: nero (Metallic Spark Black) e verde metallizzato (Golden Blazed Green).