Kymco G5 SC (Super Charged)

Scopriamo i segreti della famiglia di motori G5 SC, che equipaggiano i modelli più interessanti della gamma Kymco

20% di coppia in più rispetto alla migliore concorrenza e potenza comparabile a motori di maggior cilindrata: è questo il biglietto da visita del motore G5 SC 400 che equipaggia il Kymco K-XCT. Lo schema è classico, la tecnologia al vertice: si tratta di un monocilindrico a quattro tempi da 399 cc, quattro valvole, capace di ben 26,5 kW (36,1 cv) a 7500 giri/min, quindi con potenza specifica superiore a 90 cv/litro e pressione media effettiva di 10,6 kg/cm2. Quest'ultimo dato secondo Kymco è paragonabile a quelli riscontrabili in motori sovracompressi: da qui la sigla SC (Super Charged). A beneficio delle prestazioni il rapporto corsa/alesaggio (0,857) delinea un motore super quadro, con i vantaggi che ne derivano: maggiore potenza a parità di cilindrata, ridotte forze alterne e centrifughe, albero a gomiti e cuscinetti meno sollecitati, miglior disposizione delle valvole (di maggior diametro), oltre alla velocità media del pistone ragionevolmente contenuta (18 m/s).

La testata è uno dei punti più evoluti, con un elevato rapporto di compressione (10,8:1) grazie all'efficiente disegno della camera di scoppio. Le valvole hanno diametri rispettivamente di 27,5 mm per quelle di aspirazione e 23 mm per quelle di scarico; i condotti di aspirazione sono pressoché rettilinei. Interessante la soluzione individuata per ridurre gli attriti nella distribuzione: tra camma e bilanciere è interposto un cuscinetto a sfere ad alta velocità, in grado secondo Kymco di ridurre le perdite per attrito del 20-30%, oltre a contenere le vibrazioni. L'ottimizzazione del rendimento si è estesa agli organi in movimento: albero motore monolitico, biella scomponibile che ruota su bronzine, pistone leggero e dotato di un mantello molto basso. All'attenzione dei tecnici non è sfuggito il circuito di raffreddamento, che adotta soluzioni, come le particolari canalizzazioni intorno alla testata, tipiche di motori dedicati a veicoli sportivi. 

L'iniezione elettronica è Keihon di ultima generazione, con corpo farfallato di 33,2 mm di diametro, sensori di temperatura e pressione dell'aria, dispositivo di regolazione elettrica del minimo.