Lotus C-01

Anche Lotus entra nel mondo della moto e lo fa con un progetto assolutamente particolare, in cui l’unica cosa “normale” è il motore KTM bicilindrico a V da 200 cv

L’annuncio è stato dato tempo fa con l’apertura di una pagina Facebook: Lotus stava per entrare nel mondo delle moto. Forse la Casa inglese non ha dimostrato un gran tempismo, visto il momento, ma tant'è… Che moto aspettarsi da Lotus? In molti, considerando le poche note rilasciate allora (largo uso di materiali speciali e 200 cv di potenza), si erano sbilanciati su una superbike 4 cilindri. Invece Lotus ha spiazzato tutti: la C-01 è una sportiva molto sui generis. Guardandola fa venire in mente più le drag race che una pista con i cordoli o una strada farcita di curve. Un design del tutto fuori degli schemi, per una moto che sicuramente non fa nulla per passare inosservata. Del resto da uno come Daniel Simon, che ha disegnato pure le moto del film Tron, non ci si poteva aspettare niente di meno…

Alla fine l’unica cosa “normale” della Lotus C-01 è il motore. Lotus ha scelto KTM come partner di questa operazione e alla fine il cuore della moto inglese è l’austriaco V2 da 1.195 cc che equipaggia la RC8 ma che per l’occasione è stato pompato fino a 200 cv. La ciclistica vede un telaio misto carbonio/titanio/acciaio per un peso di 181 kg. Il cannotto è apertissimo (ben 36 gradi): ne deriva una moto lunga, bassa, e che in un certo senso ricorda l’Harley-Davidson V-Rod. Sicuramente il progetto è molto originale, e sul fatto che piaccia pare non ci siano dubbi, visto che sul sito ufficiale lo staff Lotus ha ringraziato i tantissimi che hanno già chiesto di comprarla.