Moto Guzzi V7 2012

Stessa faccia, nuovo cuore, migliori dotazioni. La più amata tra le piccole Guzzi cambia per il 2012 e si fa in tre.

5 novembre 2011 - 12:11

Dopo aver dedicato molte risorse al marchio Aprilia, ora il Gruppo Piaggio si sta concentrando in particolare su Moto Guzzi. E a ragione, visto che il Marchio di Mandello Lario esercita ancora oggi un fascino impressionante presso gli appassionati. Basta vedere quale affluenza di pubblico abbia caratterizzato le GMG (giornate Mondiali Guzzi) per capire come questo brand sia ancora forte nel mondo. Moto Guzzi è davvero un patrimonio nazionale e ora che il Gruppo Piaggio si è deciso a investirci seriamente aspettiamoci delle belle cose. Un po’ presto per vedere le moto “grosse” con il nuovo motore e anche la California 1400 (sarà presentata nel corso del 2012) ma il 2011 è comunque stato un anno positivo per Moto Guzzi che ha visto crescere le sue vendite del 31%. Vendite cui ha contribuito molto la nuova Stelvio (presentata proprio all’Eicma dello scorso anno) ma che pesano soprattutto sulle spalle delle piccola di famiglia, la V7 appunto.

Ecco perché Moto Guzzi ha deciso di rinnovare questo modello che ha un pubblico molto trasversale, dalla ragazza, al neofita al motociclista di ritorno da sempre appassionato del marchio. La nuova V7 si presenta all’Eicma con un nuovo look, e soprattutto con una meccanica rinnovata.

Il nuovo motore promette maggiore potenza e una coppia superiore del 10% e consumi ancora più ridotti (il V7 in effetti è già un motore poco assetato). Risultato ottenuto grazie al passaggio dai due corpi farfallati del motore precedente all’unico (e più grande) corpo farfallato dell’edizione attuale, una soluzione questa tipicamente automobilistica ma che consente di ottenere ottimi risultati dal punto di vista della potenza e dei consumi anche sui motori motociclistici.

La V7 Standard è la versione Base, per le ci sono colorazione all black (un po’ come la serie dark della Ducati) e ruote in lega, la Special ha verniciatura bicolore e cerchi a raggi, la Racer vuole essere la “sportiva” della gamma, ma al di la delle prestazioni offre un colpo d’occhio davvero non male. Prezzi non ancora definiti.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Kymco Agility 300i ABS: versatile e potente

Yamaha MT-125 2020, arriva il motore a fasatura variabile

KSR Group, un mondo a due ruote