La comunicazione del prossimo decennio secondo Sym

Le strategie di comunicazione messe in campo da un brand sono in costante evoluzione. Tra le Case che hanno deciso di intraprendere un nuovo corso a seguito della pandemia c’è Sym, che ha ideato un metodo di comunicazione “particolare”…

Nel 2021 la comunicazione rappresenta per un’azienda un aspetto fondamentale. Questo Sym lo sa molto bene: e per questo motivo si sono lanciati alla ricerca di nuovi metodi per comunicare, con l’obbiettivo di presentare i propri prodotti in maniera più “leggera”, magari meno istituzionale e piena di informazioni, ma sicuramente più innovativa e  coraggiosa. Prima di continuare però guardiamoci intorno e cerchiamo di capire il perché di questa necessità di presentare i propri prodotti online attraverso dei video.

Il ruolo della pandemia

La pandemia – come ben sappiamo – ha avuto, e sta ancora avendo, svariati effetti negativi sul mondo del lavoro. Nel caso della comunicazione, uno degli effetti più tangibili è stato forse quello sugli eventi e sulle presentazioni. Durante il lockdown e nelle fasi più critiche dell’emergenza sanitaria gli organizzatori di eventi e i costruttori hanno dovuto improvvisare per presentare i propri prodotti. Chiaramente sempre e comunque su internet, un luogo dove la distanza è garantita al 100%. Non parliamo solo di distanza fisica. Il punto è che in video – a parità di linguaggio ed espressività – è più complesso suscitare negli spettatori le stesse emozioni che si riescono a suscitare dal vivo. Per questo motivo chi si occupa della comunicazione di un’azienda è chiamato a esplorare nuove strade e nuovi metodi comunicativi per risultare efficace e provare a ricucire quel “gap” emotivo che separa internet dalla realtà. La domanda è lecita, dato che ci stiamo avvicinando – si spera – sempre di più alla fine di questo incubo chiamato Covid, perché investire risorse nel cercare nuovi metodi di comunicazione se tanto prima o poi si ritornerà alla normalità?

EICMA 2017

Una delle possibili risposte è che la pandemia e la conseguente “scoperta” (un po’ la scoperta dell’acqua calda, a dire il vero) di Internet come piattaforma per comunicare, ha fatto capire che tutto sommato non fosse poi così male. Si abbattono i costi e si abbattono i tempi. In più se la strategia è ben ideata rende (quasi) come il buon vecchio metodo degli eventi in presenza. Che ci piaccia o no, la strada intrapresa da alcuni marchi è questa, e sembrerebbe proprio che gli aderenti a questo movimento andranno crescendo. Basti pensare a BMW, che ha comunicato da tempo che non parteciperà più a EICMA. Arrivati a questo punto non ci resta che sperare in nuove strategie di comunicazione. Strategie che – seppur online – riescano ad essere chiare, esaustive, e soprattutto in grado di strapparci un sorriso.

Cosa ne pensa Sym?

Fra le Case motociclistiche che stanno provando a fare un cambio di rotta in questo campo c’è – come abbiamo già anticipato – Sym. A Taiwan hanno colto l’occasione del debutto dei nuovi Maxsym 400 e Joymax 300 Z+ (scooter che abbiamo inserito nella nostra rassegne dei migliori scooter 300-400) per sperimentare, come dicono loro, “un modo diverso di comunicare”. Alla base di questo nuovo approccio c’è un mix di ironia e simpatia. Le caratteristiche dei due nuovi scooter vengono presentate all’interno di due video dedicati, dove regnano una comunicazione veloce e una comunicazione più fresca.

Parte integrante è anche la presenza di due influencer. Una scelta sempre più ricorrente da parte dei brand, per via del forte seguito di cui godono le star del web degli anni ’20. Per quanto i giudizi possano essere personali e per quanto questo metodo di comunicazione possa piacere o meno, non si può negare che Sym abbia scelto di imboccare una strada “differente” che in futuro potrebbe anche essere imitata da altri marchi.