Prova Moto Guzzi California Touring S.E.

Nuova veste grafica e accessori di lusso per questa edizione speciale della Moto Guzzi più amata dagli americani. La California Touring S.E. è facile e piacevole da guidare, nonostante gli oltre tre quintali di peso. Costa 20.690 euro

Sono passati molti anni, 45 per l’esattezza, da quando le cromature di questa moto, con in sella i celeberrimi “California Highway Patrol” (CHIPS), hanno iniziato a scintillare sulle autostrade californiane. Da allora non si è minimamente scalfita la passione, anzi la venerazione, dei Guzzisti per la Moto Guzzi California. Le ragioni non mancano.MotoGuzziCaliforniaTouringSE201500001 Questa moto è rinata tre anni fa (leggi la prova della nuova California Touring) evocando miti del passato ma con un progetto tutto nuovo e contenuti modernissimi, anzi da leader di categoria, visto che per prima tra le custom sfoggia il Ride By Wire Multimappa (anche le Touring Harley-Davidson hanno il RBW, ma non multimappa), con tre opzioni: Turismo, Veloce e Pioggia, un sistema di controllo di trazione battezzato MGCT con tre livelli di intervento e l’ABS di serie. Molto tecnologici, oltre che belli, i gruppi ottici a LED, quello posteriore incastonato nel parafango e quello anteriore sontuoso e dalla forma poligonale.LIVEA rinnovarsi oggi è la versione Touring (c’è anche la più sportiva Custom), proposta in questa Edizione Speciale per venire incontro al pubblico cruiser più esigente, quello per cui lusso e comfort non sono mai abbastanza.MotoGuzziCaliforniaTouringSE201500007Rispetto alla versione standard compaiono una nuova veste grafica two-tone, lo schienalino con maniglione passeggero integrato e la reinterpretazione di numerosi stilemi del passato. Tra questi i più evidenti sono il profilo della sella, il maniglione cromato e i fianchetti laterali ispirati al vecchio modello T3, oltre a un rapporto tra le dimensioni del serbatoio e del motore a favore di quest’ultimo, proprio come nello stile delle gloriose V7 e V850. Anche sulla S.E. il serbatoio è in metallo, con un corpo centrale da 21 litri e due fianchi laterali, sui quali è incassato il logo dell’Aquila, sagomati sui possenti gruppi termici del V2 quattro valvole di 1.380 cc raffreddato ad aria e olio.Abbondano le cromature, dai lucidissimi silenziatori dall’andamento orizzontale che terminano in corrispondenza con il parafango posteriore, ai “cannocchiali” della forcella da 46 mm, fino alla barre che proteggono la coppia di borse rigide.La nuova Moto Guzzi California Touring S.E. è già disponibile al prezzo franco concessionario di 20.690 euro.RIDESalgo in sella alla Guzzi California, ed  è la prima volta per me: all’inizio, vedendola così imponente nell’officina della rinnovata fabbrica di Mandello del Lario, ho un po’ di timore. Le manovre a motore spento non sono uno scherzo, visti i 337 kg di peso in ordine di marcia. Appena in movimento, però,la Touring S.E. mostra leggerezza e precisione inaspettate nelle manovre a bassa velocità.MotoGuzziCaliforniaTouringSE201500015La sella è larga, il manubrio pull-back ampio, così come sono ampie le pedane: caratteristiche che regalano alla California una posizione decisamente comoda.Dalla fabbrica raggiungiamo la superstrada che costeggia il Lago di Como: a velocità relativamente sostenute mi accorgo prima di tutto che grazie al parabrezza alto e ai nuovi deflettori non passa un filo d’aria. Poi arriva la prima sorpresa della giornata: nonostante la mole imponente, la Touring si mostra stabile, precisa sui curvoni del lago e sempre ben appoggiata sugli pneumatici, il 130/70 R su cerchio da 18” davanti e il generoso 200/60 su cerchio da 16” al posteriore.Usciti dalla superstrada iniziamo ad arrampicarci sulle strade tutte curve nei dintorni di Lecco, ed ecco la seconda sorpresa: l’ingresso in curva è molto rapido, non solo per una cruiser ma in assoluto, e ciò nonostante l’interasse interminabile (1.685 mm). In un attimo mi ritrovo a strisciare sull’asfalto le pedane dotate di slider; in uscita di curva il divertimento è assicurato dalla coppia poderosa (120 Nm ad appena 2.750 giri – 96 i cavalli di potenza massima a 6500 giri), sprigionata dal bicilindrico a V di maggior cilindrata prodotto in Europa.MotoGuzziCaliforniaTouringSE201500017Come già vi avevamo raccontato in occasione della prova della versione “standard” (leggi qui), la Touring frena bene, grazie all’ottima componentistica Brembo. Alla guida non stanca, grazie all’innovativa soluzione di fissaggio del motore al telaio attraverso biellette e silent-block, in grado di accrescere il comfort di marcia.Anche in versione S.E. la California Touring si dimostra una delle cruiser che meglio coniuga comfort e divertimento. Questa volta con ulteriore attenzione al lusso.