SBK 2014 – I 10 perché di Phillip Island

23 febbraio 2014 - 17:02

Phillip Island (Australia) – Il round d’apertura del Mondiale Superbike è stato ricco di spunti. Le gare sono state incredibilmente combattute e solo l’esposizione della bandiera rossa in gara 2, dopo che il motore di Laverty è andato in fumo, ha impedito di assistere a una splendida battaglia tra Guintoli, Baz, Laverty, Sykes e probabilmente anche Giugliano. Ecco i dieci perché del primo round del mondiale Superbike.

1 – Perché Guintoli è leader del Mondiale? Perché lui in Australia è sempre andato molto forte. In gara 1 ha consumato molto la gomma posteriore e si è dovuto accontentare del terzo posto, ma in gara 2 non ha sbagliato.

2 – Perché Laverty è stato così veloce a fine gara 1? Perché è stato il pilota che ha consumato meno le gomme. Il telaio della Suzuki si sposa alla perfezione col tracciato australiano.

3 – Perché Sykes è stato quasi inesistente in gara 1? Perché è stato quasi buttato fuori pista per due volte dall’arrembante compagno di squadra Loris Baz.

4 – Perché è totalmente mancato Alex Lowes? Perché il velocissimo pilota britannico si è lussato la caviglia sinistra in prova ed in gara ha cercato di guidare come poteva.

5 – Perché in gara 1 Giugliano e Davies hanno rallentato di colpo? Perché le loro gomme hanno avuto problemi di blistering. In pratica si sono staccati dei pezzi dal copertone posteriore.

6 – Perché Melandri non ha vinto? Perché il suo stile di guida, assieme alle caratteristiche dell’Aprilia, non si sposano bene con Phillip Island: lui va forte in staccata, la RSV4 è incredibile in accelerazione. È difficile mettere d’accordo queste due cose. Soprattutto nella pista australiana.

7 – Perché Rea non ha fatto due belle gare? Perché Honda, anche se è cresciuta, non è ancora al livello della concorrenza.

8 – Perché la MV Agusta è arrivata così indietro? Perché la moto è tutta da sviluppare. Questo per la Casa di Schiranna sarà un anno di sviluppo.

9 – Perché a Phillip Island si sono fatti male in tanti durante i test e le prove? Perché il circuito è molto veloce e quando si cade si finisce a terra a velocità elevate. Gli highside sono molto frequenti.

10 – Perché Salom è il primo vincitore della storia delle EVO? Perché la Kawasaki ha fatto molti test in inverno e si è presentata al via del Mondiale molto più pronta degli altri.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Dunlop Trailmax Meridian, “globetrotter approved”

Ducati Monster 1200 S Black on Black

Ducati Monster 1200 S, Black on Black di nome e di fatto

Gamma Piaggio MP3, le promozioni di settembre