Superbike, i 10 perché di Aragon

Dominio Kawasaki, tracollo Aprilia e Suzuki, sorpresa Ducati ed Honda. Guardando la classifica viene facile pensarla così, ma dietro ai risultati delle due gare di Aragon c’è molto di più. Ecco i dieci perché del secondo round del mondiale Superbike

1 – Perché la Kawasaki ha dominato? Perché negli ultimi due anni ha fatto una infinità di test ad Aragon e in gara le Kawasaki erano le moto più a posto.

2 – Perché ha vinto Sykes e non Baz? Perché in gara 1 aveva un passo incredibile e in gara 2 aveva del margine per contenere il giovane e scatenato compagno di squadra.

3 – Perché Melandri in gara 1 ha fatto il gambero? Perché ha scelto di correre con una gomma non adatta alla temperatura dell’asfalto. Era convinto che la SC0 funzionasse, ma la sua si è rivelata una scelta errata.

4 – Perché Laverty, protagonista in Australia, in Spagna non è stato davanti? Perché ha avuto un sacco di problemi in prova ed è partito indietro. Nelle due gare, però, è stato il pilota che ha fatto più sorpassi di tutti. Lo rivedremo.

5 – Perché Giugliano e la Ducati sono andati così forte? Perché la Panigale è cresciuta molto. Sul dritto la 1199 non perdeva la scia delle quattro cilindri come nel 2013, ma soprattutto quest'anno ha un valore aggiunto che si chiama Davide Giugliano.

6 – Perché Rea è andato forte in gara 1 e non si è ripetuto in gara 2? Perché con l’asfalto più caldo la sua CBR è andata un po’ in crisi di setup. Ma in gara 1, con una moto non troppo veloce sul dritto, Rea ha fatto un mezzo miracolo salendo sul podio.

7 – Perché Chaz Davies, il Re di Aragon, non è andato bene? Perché ancora non ha il giusto feeling con la sua Ducati. È caduto sia sabato in Superpole sia domenica in gara 2. Al momento è ancora un gradino sotto Giugliano.

8 – Perché la MV F4 continua a fare fatica? Perché la moto è ancora molto indietro nello sviluppo. Servono tempo ed esperienza per costruire una Superbike vincente e al momento queste due cose mancano alla Casa di Schiranna.

9 – Perché Camier ha corso con la BMW e non è in MotoGP? Perché il team IODA al momento non ha i soldi per schierarlo nel Motomondiale, così lo ha “prestato” al team BMW Motorrad Italia che lo schiererà per qualche gara in sostituzione di Barrier, vittima di un grave incidente stradale.

10 – Perché le Bimota non sono in classifica? Perché la BB3 non è ancora omologata per la Superbike. Quando saranno pronte le 125 moto richieste per ottenere l’omologazione Badovini ed Iddon prenderanno punti iridati.