Dopo la presentazione dell’acquisizione del marchio da parte dell’ing. Ampelio Macchi (con il sostegno di una azienda cinese) e il ritorno alla produzione nello stabilimento ex Husqvarna di Varese, SWM ha dimostrato a EICMA che sta facendo sul serio. Presenta una gamma di monocilindriche di diverse cilindrate con varie connotazioni: enduro, motard, turismo e strada, più le concept cross/enduro racing per il 2017.

Superdual Derivata dalla RS 650 R, una versione da turismo con serbatoio maggiorato ad 19 litri (anziché 12), parabrezza e paramani di serie. La colorazione argentea anticipa le grafiche delle prossime generazioni del brand, alla riscoperta del passato.

RS 125 R e SM 125 R Dedicata ai sedicenni, una ottavo di litro a quattro tempi in due declinazioni: enduro e motard. Aspetto importante, che riprende in scala ridotta, ma non troppo, le sorelle maggiori 650, entreranno  sul mercato con prezzo aggressivo, intorno ai 3.500 euro.  Per questi modelli, il mercato estero sarà molto importante.

Silver Vase 440 e Gran Milano 440 Due stradali stilose e leggere (meno di 150 chili) con motore monocilindrico 440 raffreddato ad aria e olio, che finalmente sono in produzione: la Silver Vase ha impostazione stilistica scrambler, mentre la Gran Milano è ispirata al mondo cafe racer.

MC 250 S e RS 340 S Una cross 250 e una enduro 340 che segneranno il ritorno del marchio Lombardo alle competizioni previsto per il 2017. Sono al momento in fase concept ma preannunciano anche in questo caso delle colorazioni monotinta in tonalità grigia che segneranno le prossime generazioni SWM.

Nel frattempo l’azienda varesina sta creando una vera e propria rete commerciale per garantire al cliente un’adeguata copertura come vendita, post vendita e assistenza.