Triumph Thunderbird Nightstorm

La Casa inglese presenta a EICMA un’edizione speciale della Thunderbird, con verniciatura personalizzata, scarico all black e sella deluxe

Delle cruiser inglesi è sicuramente la regina, visto che la storia della Thunderbird comincia nel lontano 1949, quando l’allora general manager Triumph, Edward Turner, passando davanti all’insegna del Thunderbird Motel a Florence, in South Carolina, durante un viaggio da New York a Daytona Beach, pensò che il nome Thunderbird fosse perfetto (chissà poi perché?!) per l’ultimo modello prodotto da Triumph.Il nome da allora è rimasto lo stesso ma la Thunderbird si è ovviamente evoluta: con l’ultimo aggiornamento del 2014 sono state modificate sia la forma sia lo spessore della sella, che è raddoppiato, per offrire un livello di comfort superiore, mantenendo allo stesso tempo la sella ribassata, tipica del genere. I pneumatici sono stati allargati – l’anteriore arriva a 140/75-17, il posteriore a 200/50-17, entrambi montati su cerchi in lega torniti al diamante – e questo ha comportato una revisione anche del telaio e delle geometrie di sterzo.Su questa base nasce la Thunderbird Nightstorm Special Edition, in mostra a EICMA in questi giorni, arricchita da una serie di tocchi di stile che contribuiscono a dar vita a una moto dall’aspetto scuro, cattivo e minaccioso. Il serbatoio presenta una verniciatura a fiamme personalizzata e interamente realizzata a mano in una combinazione bicolore di Phantom Black e Silver Frost. Il carattere dark della moto trova la sua massima espressione nei numerosi dettagli neri: scarichi, manubrio, specchi retrovisori, piastre comandi, freno posteriore e leva del cambio.Anche la sella di questa edizione speciale della Thunderbird è stata rivisitata: presenta un rivestimento laterale cucito ed è impreziosita dal logo Triumph in rilievo.La Thunderbird Nightstorm sarà disponibile nelle concessionarie Triumph a febbraio 2015 a un prezzo ancora da definire.