Yamaha MT-09 Street Rally

Sella dritta, paramani, fiancatine ed ecco che la MT-09 mette in mostra la sua anima più sfacciata. Si chiama Street Rally la MT-09 che strizza l’occhio al mondo motard

Che la MT-09 abbia molte anime lo abbiamo scritto durante il nostro test di settembre. Un po’ naked, un po’ motard, un po’ stunt bike, ci aveva colpito per il suo essere camaleontica. Ora è il momento di mostrare il lato più “hard” della nuova tricilindrica di Iwata. Con la Street Rally, le potenzialità motard della MT-09 emergono con prepotenza, tanto che la tre cilindri di Iwata pare pronta a giocarsela ad armi pari con Ducati Hypermotard, KTM 990 SM-R e MV Agusta Rivale. Le modifiche estetiche parlano di fiancatine, di un piccolo “becco” sotto al faro e di una targa portanumero che si unisce ai paramani. Elementi estetici che fanno capire perché Yamaha ha scelto un gruppo ottico di questo genere per la sua naked.

Non sono solo alcuni elementi estetici a cambiare, perché la Street Rally adotta anche una sella dritta, in perfetto stile motard, e pedane di derivazione off road (le stesse della Super Ténéré): ne consegue che pur non cambiando il manubrio la nuova versione della MT-09 ha una posizione di guida più rialzata e quindi più caricata sull’avantreno. Chi provando la MT-09 si è sentito un po’ “seduto” potrà capire il perché e potrà probabilmente apprezzare la nuova posizione di guida della Street Rally. Confermata in toto la meccanica con il tre cilindri in linea da 847 cc e 115 cv a farla da padrone. Nonostante tutte le foto rilasciate ritraggano la moto con lo scenografico scarico Akrapovic, in realtà si tratta di un optional, di cui probabilmente sarà molto difficile fare a meno. Il prezzo non è ancora stato comunicato.