Yamaha XV950R & XV950 – 2014

Look bobber per le due novità Yamaha, spinte dal motore bicilindrico a V di 60° e 942 cc, raffreddato ad aria. Arriveranno a settembre. E i prezzi? Da 8.390 euro f.c.

Svolta classica per Yamaha, che continua l'offensiva iniziata con la presentazione della tre cilindri MT-09 e presenta due nuovi modelli: XV950 (da 8.390 euro f.c.) e XV950R (9.190 euro f.c.). Lo stile si ispira senza mezzi termini al lavoro delle migliori officine di artigiani specializzati nella personalizzazione di moto giapponesi: suggestioni anni Settanta e Ottanta, che ben si sposano con l'attenzione che in questi anni ha riportato alla ribalta un certo modo di intendere il motociclismo, lontano dalle prestazioni pure e vicinissimo al piacere della guida. Non a caso il motore di entrambi i modelli, che si differenziano per la dotazione di serie e in parte per il look, è un bicilindrico decisamente collaudato: angolo di 60°, 942 cc, singolo albero a camme in testa, 4 valvole per cilindro, proviene dalla XVS950A ma è stato oggetto di interventi mirati a renderlo adatto alle XV. Il bicilindrico eroga 80 Nm di coppia a 3000 giri/min e ha una curva di erogazione che privilegia i bassi e medi regimi, com'è ovvio considerata la vocazione del modello. Il parastrappi integrato nella frizione è nuovo e dovrebbe rendere ancora più dolci gli innesti delle marce, mentre il filtro dell'aria, ridisegnato insieme a tutta l'aspirazione, è più piccolo (-2,3 litri) di quella della XVS950A ma migliora ugualmente l'erogazione, grazie anche alla specifica mappatura dell'iniezione elettronica. Inedito anche lo scarico 2-in-1 sul lato destro delle moto. 

La Yamaha XV950R si distingue dalla XV950 grazie agli ammortizzatori con serbatoio separato, alla copertura della sella a effetto scamosciato e alla grafica del serbatoio, oltre a proporre l’ABS di serie (optional sull'altro modello, a partire da 8.890 euro f.c.).

Anche il telaio è molto classico, con la sua struttura a doppia culla in acciaio, senza telaietto reggisella separato, che ospita il motore a V fissato rigidamente, in modo da trasmettere le sue caratteristiche vibrazioni al pilota. L'interasse è di 1.570 mm; la forcella ha steli di 41 mm di diametro, mentre la coppia di ammortizzatori segna una delle differenze tra le due versioni: sulla XV950R, infatti, le unità sono regolabili in compressione e dotate di serbatoio separato. I cerchi sfoggiano un riuscito look a 12 razze e montano pneumatici 110/90-19 (anteriore) e 150/80-16 (posteriore). L'impianto frenante con dischi anteriori flottanti con profilo a margherita e diametro di 298 mm è disponibile sulla XV950 con l'ABS opzionale, di serie sulla XV950R. La trasmissione finale è a cinghia. Non manca una ricca proposta per quanto riguarda gli accessori, particolarmente indicati per rendere ancora più personale ogni XV che uscirà dalle concessionarie Yamaha: dallo scarico Akrapovic alla sella a stiletto, dalle tubazioni freno in treccia di acciaio al carter per il filtro dell’aria. Più vintage le ruote a raggi, la sella con molle e i copristeli per la forcella.

Colori XV950 Competition White / Midnight Black XV950R Mat Grey con grafiche sul serbatoio / Camo Green con grafiche sul serbatoio Disponibilità: da settembre 2013