Metzeler Roadtec 01

25 settembre 2016 - 17:09

Destinati a equipaggiare sia moto stradali ad alte prestazioni sia le sport-tourer, i nuovi Roadtec 01 sono gli ultimi arrivati sul mercato e sono stati progettati per offrire un’elevata aderenza sull’asciutto e sul bagnato. Metzeler dichiara di aver avuto una particolare attenzione per fondi stradali a basso attrito come il pavé e le strisce pedonali. La rivoluzione per la Casa dell’elefantino è nel disegno del battistrada particolarmente innovativo, e molto differenziato tra anteriore e posteriore. Anche Metzeler ha scelto di adottare intagli trasversali rispetto al senso di rotolamento dello pneumatico, per rompere il velo d’acqua e aumentare così il grip meccanico su fondi a basso attrito. Più classico il disegno dello pneumatico posteriore anche se comunque ha un design insolito. Scontata la presenza della doppia mescola al posteriore (rapporto superfici 30% centrale, 70% spalle) caratterizzata da una striscia centrale con alto contenuto di silice mescolato con il nero fumo, per aumentare il chilometraggio e la stabilità, mentre le spalle hanno una mescola di silice completa che garantisce aderenza chimica, anche su superfici più difficili come asfalti bagnati e logori. È disponibile anche in versione rinforzata HWM (Heavy Weight Moto) per moto pesanti.

RIDE (tempo medio sul bagnato 44,0 secondi)
Ottima per il feeling che è capace di trasmettere fin da subito al pilota, la Metzeler si caratterizza per il tempo di warm-up estremamente ridotto. L’anteriore ha profili molto veloci che aiutano la maneggevolezza senza però disturbare la stabilità che resta ai massimi livelli anche a velocità ben oltre i 200 orari a cui si ha la percezione di massima sicurezza senza alcun movimento al manubrio anche su curve ad ampio raggio.
Sono comunque gomme confortevoli, per come copiano sulle asperità il kickback non è pervenuto così come l’effetto standup assente su questo prodotto. Il grip sull’asciutto è davvero di alto livello, mai in difficoltà nemmeno con moto molto potenti come la S1000XR, la perdita di aderenza arriva solo se volutamente cercata esagerando. Lo stesso per l’intervento dell’ABS che su asciutto arriva proprio al limite del sollevamento del posteriore.
L’ottimo feeling prosegue anche sul bagnato perché i profili sono molto omogenei e consentono di guidare velocità senza impegno psicologico, mantenendo grip e stabilità, tanto che il tempo sul giro sul bagnato è il migliore di tutti i prodotti provati. Sono gomme che mi sento di consigliare anche su una sportiva? Si.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Prova Goodyear Eagle F1 SuperSport

Prova Bridgestone Hypersport Battlax S22

Prova Dunlop SportSmart MK3