Pirelli Diablo Rosso Corsa II, multimescola sportivi

I nuovi Pirelli Diablo Rosso Corsa II sono pneumatici sportivi con tecnologia a doppia e tripla mescola. Una primizia per Pirelli, sviluppata per combinare alte prestazioni a un ottimo chilometraggio.

4 dicembre 2017 - 18:12

Tempo di warm-up ridotto, maneggevolezza da riferimento, grip eccellente e prestazioni costanti: perché “Everyday is a race day”. Con questo claim Pirelli lancia i nuovi Pirelli Diablo Rosso Corsa II, pneumatici sportivi che non disdegnano la pista ma nemmeno situazioni antipatiche come pioggia o freddo. Di fatto sostituiscono i Pirelli Rosso Corsa, un prodotto “epico” già erede del Diablo Corsa III che è stato capace di lanciare un nuovo segmento (quello degli pneumatici Supersport). 7 anni sulla breccia, ma ormai il Diablo Rosso Corsa iniziava a segnare il passo, visto che il Diablo Rosso III si era avvicinato parecchio.

Dal 2010 (anno di presentazione dei Rosso Corsa) a oggi le esigenze dei motociclisti sono cambiate parecchio: sono cresciute le prestazioni ma anche la sicurezza delle moto, grazie all’arrivo di sistemi come l’ABS Cornering o il controllo di trazione. I nuovi Diablo Rosso Corsa II sono stati sviluppati tenendo conto di questi parametri e sfruttano la tecnologia multimescola.

I nuovi Pirelli Diablo Rosso Corsa II sono i primi pneumatici (moto) multimescola di Pirelli a utilizzare due mescole con tre zone di applicazione all’anteriore e tre mescole con cinque zone di applicazione al posteriore. Una tecnologia che consente di alzare il livello delle prestazioni su diversi fronti: aumenta il grip dell’anteriore in fase d’ingresso curva e di frenata e quello del posteriore ai massimi angoli di piega da metà curva fino all’uscita. Non solo: stando alle dichiarazioni, la resa chilometrica è maggiore, fino al 20% in più.

Diverse sono anche la struttura dei Pirelli Diablo Rosso Corsa II e il loro profilo, modificati per aumentare la maneggevolezza. Infine, cambia profondamente il disegno del battistrada, molto più slick nella zona della spalla per favorire l’impronta a terra nella guida più spinta. Disponibili nelle misure più comuni per le moto da strada, saranno in vendita in tutto il mondo da gennaio 2018. Non rimane che provarli…

2 commenti

campanaronicol_14264959
22:42, 1 maggio 2019

Salve, ho comprato i suddetti pneumatici perché ho sempre apprezzato la vostra professionalità nel settore e ho letto la vostra recensione che ne parla molto bene…premetto che ho una rsv4 e ne faccio un uso solo stradale….bene io per quanto mi riguarda mi sono trovato malissimo, ho subito notato che la gomma sente molto i cambi di asfalto che si trovano nell’uso stradale e in presenza di asfalti più consumati sono parecchio instabili soprattutto in piega con lievi perdite di aderenza…mi hanno fatto perdere fiducia nell’affrontare la curva perché con asfalto non perfetto sono molto instabili…sono decisamente al di sotto delle mie aspettative soprattutto se penso alla vostra recensione che dice tutto il contrario…pressione 2.3 anteriore e 2.5 posteriore come da manuale aprilia. Con power rs e dunlop tt a parità di condizioni mai avuto problemi…non capisco perché ha vinto

    Stefano Cordara
    23:27, 6 maggio 2019

    Ciao onestamente sono molto sorpreso leggendo quanto scrivi. Così di primo acchito ti direi che sei stato sfortunato e ti è capitato un set di gomme fallato o comunque non molto in forma. Ho avuto moto di provare le Diablo Rosso Corsa II in diverse occasioni in pista e su strada, sul bagnato e sull’asciutto e confermo quanto ho scritto dalla prima all’ultima riga. Le gomme sono andate molto bene anche in una delle nostre comparative e non erano gomme che mi ero fatto mandare dalle Case ma che avevo comperato da un gommista quindi a disposizione di tutti. Durante la nostra comparativa le gomme sono state provate da tre tester differenti e tutti hanno dato lo stesso giudizio. Ti potrei consigliare di far analizzare le gomme da Pirelli per capire se effettivamente c’è stato qualche problema. Grazie per averci scritto. Stefano Cordara

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Prova Dunlop D213 GP Pro, arriva l’anteriore “morbido”

Michelin Uptis
Senza aria e a prova di foratura

Sicilian Symphony, la prova più folle del mondo