AstonMartin AM-RB 001-apertura

Aston Martin AM-RB 001: la F1 scende in strada

Realizzata in collaborazione con il team Red Bull, è quanto di più simile a una Formula 1. Omologata per la circolazione stradale, adotta un V12 da 1.000 cv e pesa 1.000 kg. L’aerodinamica è da monoposto. Debutterà nel 2018 e costerà oltre 2 milioni di euro.

Pubblicato lunedì 29 agosto 2016 · da

Attenzione attenzione, c’è un nuovo sceriffo in città! D’ora in avanti, infatti, il mondo delle hypercar non sarà più lo stesso. Erede spirituale delle storiche Ferrari F50 ed Enzo, la nuova AM-RB 001, missile terra-terra realizzato da Aston Martin in collaborazione con il team Red Bull, si candida al titolo di vettura caratterizzata dal massimo travaso di tecnologia dalla pista alla strada.

AstonMartin AM-RB 001-001

Non è una supercar ispirata alla F1. È, piuttosto, una monoposto adattata all’utilizzo stradale, non a caso realizzata da Adrian Newey, progettista del team Red Bull da oltre trent’anni attivo nella massima serie dell’automobilismo sportivo. L’obiettivo dichiarato è poter contare su di un rapporto peso/potenza di 1:1, analogamente a quanto dichiarato alcuni anni fa da Koenigsegg per la propria Agera One:1. Il che, considerando i rumors che parlano di una massa a vuoto di 1.000 kg, significa poter disporre di 1.000 cv erogati dall’inedito V12 aspirato collocato centralmente. La vicinanza alle vetture Formula è confermata dal particolare effetto suolo portato in dote dalla monoscocca in carbonio: non è previsto un comune estrattore, bensì l’intera struttura dell’auto funge da diffusore a effetto Venturi, essendo caratterizzata da una inusuale concavità inferiore che crea un tutt’uno con le appendici aerodinamiche all’avantreno. Una soluzione che promette valori di deportanza eccezionali, specie considerando la mancata previsione di qualsivoglia spoiler o alettone.

AstonMartin AM-RB 001-004

Omologata per ospitare due persone, vede l’abitacolo costituito da una “vasca” in carbonio, similmente alla Ford GT, e si avvale di sospensioni derivate dalla Formula 1. Attesa al debutto non prima del 2018, verrà prodotta in un centinaio di esemplari a un prezzo elitario: da 2 a 3 milioni di sterline, equivalenti a una forbice – a dire il vero piuttosto ampia – da 2,3 a 3,5 milioni di euro. Non costituirà un semplice esercizio tecnico o di stile, dato che verrà sfruttata come laboratorio per lo sviluppo di una nuova serie di sportive Aston Martin a motore centrale e, limitatamente a 25 vetture, verrà declinata in una versione destinata esclusivamente alla pista, accreditata di prestazioni non inferiori ai prototipi di categoria LMP1 che si contendono la vittoria alla 24Ore di Le Mans.

AstonMartin AM-RB 001-003

 

Articoli correlati

Continua...AstonMartinVantageGT12Roadster-apertura

Aston Martin Vantage GT12 Roadster: scoperta unica

Derivata dall’edizione limitata GT12, ispirata alle vetture da competizione, è una one-off con carrozzeria roadster.
04 luglio 2016
Continua...AstonMartinVanquishZagato-apertura

Aston Martin Vanquish Zagato: doppia gobba e 600 cv

La show car britannica, realizzata in partnership con la carrozzeria Zagato, è un crogiolo di richiami stilistici al passato...
23 maggio 2016
Continua...AstonMartinVantageV12S-apertura

Aston Martin Vantage V12 S: stile da manuale

Il MY17 della supercar inglese è disponibile in abbinamento sia al noto cambio robotizzato a 7 marce sia a un’inedita...
08 aprile 2016
Continua...AstonMartinDB11-apertura

Aston Martin DB11: la Stella nel cuore

L’inizio di una nuova era: la GT britannica adotta un V12 5.2 biturbo Mercedes-AMG, forte di 608 cv.
02 marzo 2016