Mini Clubman JCW: la famiglia corre

La versione high performance della wagon inglese abbina il noto 2.0 turbo benzina da 231 cv alla trazione integrale. Scatta da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi. Cambio manuale a 6 rapporti o automatico a 8 marce.

Pubblicato giovedì 22 settembre 2016 · da

Un debutto e un addio. È a doppio senso di marcia l’autunno di MINI. Da un lato la famigliare Clubman beneficia della “cura” John Cooper Works, dall’altro la crossover a tre porte Paceman esce definitivamente di scena, “sfrattata” dallo stabilimento produttivo Magna-Steyr di Graz, in Austria, per lasciare spazio alla nuova BMW Serie 5.

MINIClubmanJCW-001

Sino ad oggi Clubman era, oltre a MINI 5 porte, l’unico modello del brand inglese non ancora disponibile nell’allestimento high performance John Cooper Works. Un vuoto ora riempito dedicando all’originale wagon il noto 4 cilindri 2.0 turbo benzina da 231 cv e 320 Nm di coppia. Un’unità che si avvale della tecnologia TwinPower Turbo, vale a dire della sovralimentazione mediante turbocompressore a gas di scarico, dell’iniezione diretta, della fasatura variabile sia lato aspirazione sia lato scarico e del controllo continuo delle valvole analogo al Valvetronic BMW. Quadricilindrico che, nello specifico, può essere abbinato a una trasmissione manuale a 6 marce oppure automatica a 8 rapporti del tipo mediante convertitore di coppia, corredata di paddle al volante.

MINIClubmanJCW-004

MINI Clubman John Cooper Works si avvale della trazione integrale ALL4 a gestione elettroidraulica, di nuova generazione, che prevede la ripartizione variabile della coppia tra avantreno e retrotreno in funzione delle condizioni d’aderenza e dell’interazione con il controllo della stabilità. L’abbinamento tra il 2.0 turbo da 231 cv e le 4WD porta in dote, indipendentemente dalla trasmissione prescelta, uno scatto da 0 a 100 km/h in 6,3 secondi e una velocità massima di 238 km/h. Il cambio automatico garantisce una percorrenza media superiore rispetto all’unità manuale: 15,6 anziché 13,5 km/l.

MINIClubmanJCW-007

Analogamente alle “sorelle” meno performanti, lo schematismo delle sospensioni è di tipo McPherson all’avantreno e multilink al retrotreno, mentre l’allestimento JCW include i cerchi in lega da 18 pollici di serie (da 19 pollici optional), il kit aerodinamico dedicato, i freni Brembo e l’assetto sportivo, ulteriormente affinabile ricorrendo alle sospensioni regolabili a controllo elettronico. Non mancano i gruppi ottici a LED, il display da 6,5 pollici del sistema multimediale, il cruise control, gli interni in tessuto e il Performance Control, vale a dire la tecnologia evoluta di gestione della trazione MINI che mira a simulare, grazie all’azione dell’impianto frenante, l’efficacia di un differenziale autobloccante.

MINIClubmanJCW-002

 

Articoli correlati

Continua...

MINI Vision Next 100: il kart feeling del futuro

La futuristica concept del marchio inglese sarà autonoma e iper connessa, ma consentirà al conducente di subentrare al...
20 giugno 2016
Continua...

MINI Clubman All4 MY16: maturità integrale

Cresce la fruibilità della wagon inglese, ora disponibile anche in configurazione 4WD nelle versioni top di gamma Cooper...
16 maggio 2016
Continua...

Prova MINI Cabrio Cooper S

Cresciuta nelle dimensioni e nell’interasse rispetto al passato, si conferma una delle cabriolet compatte più sportive...
23 marzo 2016
Continua...

Prova MINI Clubman 2016

Cresce nelle dimensioni, cresce nelle dotazioni, si conferma icona di stile.
25 ottobre 2015