TriumphSpeedTriple2016-006

Prova Triumph Speed Triple 2016

È la prima Speed Triple ad avere il traction control e un’elettronica sofisticata, che permette di essere intuitiva su strada e divertente in pista. Mappature e sospensioni regolabili – Showa la S e Öhlins la R – permettono alla tre cilindri di essere indiscussa protagonista tra le maxi naked

Pubblicato venerdì 22 gennaio 2016 · da
LIVE RIDE

Non è solo una questione di stile ma anche di sostanza. E la nuova Triumph Speed Triple ne ha tanta. Il motore tre cilindri della naked inglese (icona e bestseller del marchio di Hinckley) arriva alla sesta generazione rinnovata fuori ma soprattutto aggiornata sotto pelle.

LIVE
104 nuovi componenti. Questo è il tema che apre la conferenza stampa di presentazione della nuova Triple, che per vincere la sfida all’Euro4 – una delle tante che ha messo nel mirino – lancia sul campo della tecnica particolari indispensabili per consumare meno carburante e di conseguenza ridurre le emissioni allo scarico e quelle sonore, senza perdere percentuali di coppia e cavalli.

Un lavoro di fino che ha permesso, senza accrescere la cilindrata oltre la soglia dei 1.050 cc, di aumentare la potenza fino a 140 cavalli e ottenere una coppia di 112 Nm a 7.850 giri, il cui valore è superiore del 5% ai medi regimi, e meglio distribuita nell’ampio arco di erogazione.

TriumphSpeedTriple2016-058

104 nuovi dettagli per il tre cilindri più apprezzato nel mondo naked

La Speed Triple 2016 è prima di tutto una moto che va vissuta esteticamente. I due fari tondi della T 509 del 1997 hanno lasciato spazio a due elementi che la continuano a caratterizzare e rendere inconfondibile. Anche da lontano, che la si guardi frontalmente o di lato, è facile lasciarsi scappare il classico: “Ecco la Speed”. Ora i fari sono più bassi, in linea con il cannotto di sterzo, e la nuova presa d’aria dinamica che facilita l’arrivo di aria fresca alla cassa filtro, c’è sempre un piccolo cupolino ma che oggi funziona più per l’estetica che da elemento protettivo alle alte velocità.

Sono tante le analogie con il precedente modello, del quale conserva il monobraccio, ma arriva un nuovo comparto sospensioni marchiato Showa per la versione S e Öhlins per la R, che definisce anche i due prezzi d’acquisto: 12.700 euro la prima e 14.400 la R.

TriumphSpeedTriple2016-046

Un prezzo giustificato anche da interventi sul motore, a partire dal disegno dei pistoni e delle camere di combustione, passando dal nuovo albero motore, airbox, impianto di scarico e bilancieri del cambio. Si aggiunge una inedita centralina che gestisce un nuovo impianto di alimentazione e un nuovo radiatore di dimensioni minori, possibili grazie alla migliore efficienza del motore stesso.

La frizione con sistema anti saltellamento riceve importanti modifiche, utili a rendere l’azionamento meno faticoso e più efficace, anche nell’utilizzo in pista in caso di rapide scalate di marcia.

Il motore cresce di prestazioni e si evolve nell’elettronica, quest’ultima indispensabile strumento che fa della Speed Triple con i suoi 140 cavalli una moto avvicinabile sia dal motociclista con poca esperienza sia da quello di lungo corso. I cinque Ride Mode (Rain, Road, Sport e Track, quindi da strada bagnata a pista) permettono di trovare la giusta configurazione di guida, passando anche attraverso un’opzione Rider dove tutti i parametri possono essere modificati a piacimento: ABS disinseribile, gestione del traction control, risposta del comando dell’acceleratore.

Queste opzioni si affiancano alle modifiche di set up che offrono le sospensioni sia Showa sia Öhlins con forcelle rovesciate da 43 mm di diametro e monoammortizzatori regolabili che abbiamo avuto il piacere di provare prima su strada e poi in pista, a Calafat in Spagna.

Articoli correlati

Continua...DucatiMonster1200R-208

Prova Ducati Monster 1200 R

È la Monster più potente e veloce mai costruita.
29 settembre 2015
Continua...ApriliaTuono1100-014

Prova Aprilia Tuono 1100 RR

Motore cresciuto in cilindrata, potenza, coppia. Comfort aumentato grazie a tante piccole attenzioni.
18 aprile 2015
Continua...DuelApriliaTuono-BMWS1000R-cover1

Aprilia Tuono V4 R ABS vs BMW S 1000 R

Faccia a faccia tra le migliori rappresentanti del segmento streetfighter: Aprilia e BMW interpretano il concetto modo solo...
30 giugno 2014
Continua...KTM1290SuperDukeR-cover

Prova KTM 1290 Super Duke R, angelo e demone

Potenza e coppia strabordanti, serviti in guanti bianchi.
19 ottobre 2013