Prova Peugeot 508 SW 2015

Scegliere tra una tedesca e una Peugeot 508? Oggi è più difficile perché la rinnovata berlina francese è accogliente, ben rifinita e vanta dotazioni premium. Nuovi motori Euro 6 Diesel e benzina; da 30.350 euro. Una world car che se la gioca alla pari con tutte le concorrenti

Quante se ne conteranno nel parcheggio dell’Eliseo? Tante. E per le strade di Pechino? Ancora di più, visto per la Casa del leone la Cina oggi rappresenta il 36% del mercato. Qui da noi invece la nuova Peugeot 508 berlina non la vedremo proprio perché, come si sa, le tre volumi (o le sedan come sono definite queste auto) agli Italiani piacciono poco. Proprio per questo motivo da questa parte delle Alpi vedremo solo la versione familiare della Peugeot 508 MY 2015. Rinnovata nella linea e negli interni, la nuova generazione della berlina e wagon francese beneficia di propulsori omologati Euro 6 e di dotazioni premium, oltre a far debuttare la connettività a bordo. Insomma i contenuti davvero non mancano sulla nuova 508, che arriverà tra pochi giorni nelle concessionarie.LIVE Peugeot 508 restyling si presenta con una linea frontale inedita, dominata dai gruppi ottici interamente a LED e dalla calandra con il logo al centro anziché lungo il cofano, come sul modello precedente, che anticipa gli stilemi delle future creazioni Peugeot; il cofano inoltre ha un andamento più orizzontale che in passato e proprio sotto di esso troviamo una delle novità più interessanti della 508 versione 2015: i motori. Il 4 cilindri in linea 1.6 turbo a iniezione diretta di benzina vede la potenza massima crescere da 156 a 165 cv e beneficiare dell’omologazione Euro 6. Questa motorizzazione è disponibile sia in abbinamento al classico cambio manuale a 6 marce sia, altra novità importante, alla nuova trasmissione automatica a sei rapporti EAT6. La gamma Diesel beneficia della tecnologia BlueHDI a iniezione d’urea  ed è composta, al lancio, da un 2.0 td negli step da 150 cv, accreditato di emissioni di CO2 di 105 g/km, e 180 cv, che si vanno ad unire alle motorizzazioni 1.6 e-HDi 115 cv e 2.0 HDi negli step da 140 e 163 cv. Peugeot508SW2015011 Più elegante e accattivante rispetto al passato, l’abitacolo è dominato dal nuovo schermo touchscreen da 7 pollici integrato nella plancia e che raggruppa la maggior parte delle funzionalità, navigazione, climatizzazione, radio, connettività. Posizionato davanti al conducente, integrato nel quadro strumenti, c’è il comodo Color Head-Up Display, che mostra le informazioni relative alla guida in colori leggibili su una lamina fumé retraibile. Tra le dotazioni di serie, non mancano i collaudati Keyless System (accesso al veicolo e accensione senza chiave), il freno di stazionamento elettrico, il retrovisore elettrocromatico, lo Smartbeam (commutazione automatica degli abbaglianti), il sensore di perdita di pressione dei pneumatici, i rilevatori di ostacoli anteriori e posteriori, il climatizzatore automatico quadri-zona, l’offerta Hi-Fi di JBL , a cui si aggiungono i nuovi Blind Corner Assist (sistema di monitoraggio dell’angolo cieco della vettura), la retrocamera, la cui immagine viene riproposta a colori sul Touchscreen, e la connettività 3G con App dedicate. Confermata, infine, la versione RXH basata su 508 SW, forte della trazione integrale e di un’unità ibrida composta da un propulsore td da 163 cv e 300 Nm abbinato a un’unità elettrica da 37 cv e 200 Nm, a cui si accompagna la trasmissione automatica a 6 rapporti. 508 RXH esteticamente si distingue per le slitte paracolpi in acciaio, l’assetto rialzato di 50 mm e le carreggiate ampliate di 40 mm rispetto alle comuni wagon Peugeot 508 SW arriverà tra pochi giorni nelle concessionarie con prezzi compresi tra 30.350 euro (1.6 THP Active) e 42.030 (2.0 BlueHDi GT). La ibrida RXH costerà invece 45.000 euro.   DRIVE Che eleganza! Al primo sguardo, entrati nell’abitacolo della nuova Peugeot 508, la qualità degli equipaggiamenti e la cura delle finiture rimandano ad un universo moderno e raffinato. Il quadro strumenti dallo sfondo nero lucido, ricco e completo, ricorda gli orologi di precisione mentre le linee orizzontali della plancia esaltano la sensazione di spazio. E’ un’auto francese, per questo non siamo stupiti del comfort dei sedili anteriori, davvero comodi come sul modello precedente, mentre a beneficio dei passeggeri posteriori c‘è ancora più spazio grazie ai 38 mm di lunghezza in più ( per un totale è di 483 mm fuori tutto). Peugeot508SW2015015 Per goderci i bellissimi colori dei dintorni di Palma di Maiorca, teatro del test, scopro il tetto in cristallo che si estende fino alle sedute posteriori. Un pulsante e l’intero abitacolo viene inondato di luce. L’insonorizzazione è buona e la 508 mostra subito la sua indole di auto confortevole.  La station wagon francese assorbe bene dossi e asperità – per quanto riguarda il comparto sospensioni è confermato lo schema McPherson all’avantreno e multilink al retrotreno – ma il suo carattere “turistico” non pregiudica la guida. Certo non è un’auto sportiva e il suo terreno ideale resta l’autostrada ma in curva è sempre ben sostenuta e anche ad andature allegre rimane ben piatta sull’asfalto. Lo sterzo inoltre è preciso e la 508, nonostante i 15 quintali di peso, è piuttosto agile e rapida tra una curva e l’altra. Veniamo ora alle novità principali del nuovo modello: motori e cambio. La prima versione che provo è il 1.6 turbo a iniezione diretta di benzina da 165 cv. L’erogazione è corposa e lineare; questa fluidità va però un pochino a discapito della brillantezza: un tantino di brio ai bassi in più, infatti, non guasterebbe, per non costringere il cambio automatico a scalare proprio in uscita di curva quando il 4 cilindri viene messo sotto torchio. Per il resto con la nuova trasmissione automatica a sei rapporti EAT6 i passaggi di marcia sono dolci e rapidi, anche utilizzato la modalità Sport o quella sequenziale, tramite le levette al volante. Carattere più sportivo invece per il 4 cilindri turbo Diesel 2 litri che, nonostante qualche cavallo in meno (la versione in prova ne ha 150 ma ne è prevista anche una da 180) ha una maggior coppia che dinamicamente si traduce in risposte più pronte. Di seguito vi raccontiamo tutti i dettagli della nuova Peugeot 508 SW. Merita un pensiero? Se non siete tipi da “o una Tedesca o niente” ma piuttosto badate ai contenuti, la risposta è sì.