Abarth 595 50° Anniversario

È la 595 più potente mai realizzata. Attinge a piene mani alle peculiarità tecniche della serie speciale 695. Potenza e coppia massime si attestano rispettivamente a 180 cv e 25,5 kgm. Cambio elettroattuato a 5 rapporti

5 settembre 2013 - 11:09

Settembre 1963. Salone dell’auto di Torino. Abarth presenta la 595. Settembre 2013. Salone dell’auto di Francoforte. Abarth svela la 595 50° Anniversario. 50 anni dopo, i riflettori della ribalta tornano a illuminare un’interpretazione sportiva su base Fiat 500. Ancora una volta griffata Scorpione.

Lo storico modello venne prodotto dal 1963 al 1971. Della versione moderna verranno assemblati solo 299 esemplari. Che si fregeranno del titolo di 595 più potente mai realizzata. Nella realtà, la vettura non fa altro che riproporre i contenuti tecnici della serie speciale 695. Il 4 cilindri Turbo 16V di 1.368 cc alimentato a benzina eroga infatti 180 cv a 5.500 giri/min e 25,5 kgm a 3.000 giri anziché i 160 cv e 23,5 kgm appannaggio delle versioni standard Turismo/Competizione. Picco di coppia ottenibile in modalità Sport, quando la pressione di sovralimentazione della turbina a geometria fissa Garrett 1446, in sostituzione del componente originale IHI RHF3, viene incrementata ai regimi medio bassi e contemporaneamente si attiva una taratura più sportiva dello sterzo servoassistito elettricamente. Unica la trasmissione: si tratta del noto cambio elettroattuato a 5 rapporti denominato Abarth Competizione.

Modifiche che dovrebbero garantire una velocità massima di 225 km/h e uno scatto da 0 a 100 km/h in meno di 7,0”. Facendo nettamente meglio di quanto appannaggio di 595 Turismo/Competizione (7,4” e 211 km/h). Dalla citata serie 695 vengono derivati i cerchi in lega da 17”, gli ammortizzatori Koni a smorzamento selettivo, in grado di rispondere adattivamente alle diverse tipologie di sollecitazioni, e le molle Eibach. Analoga operazione per quanto concerne l’impianto frenante: ai dischi originali da 284 e 240 mm di diametro vengono preferiti componenti Brembo forati rispettivamente da 305 e 240 mm sui quali agiscono pinze a 4 e 2 pistoncini. Made in 695, infine, anche lo scarico a retropressione variabile “Record Monza”, immediatamente riconoscibile per i due terminali gemellati e per il sound esplosivo una volta superati i 3.000 giri/min.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Volkswagen Golf 1974 grigia

Youngtimer – Volkswagen Golf, storia delle prime 7. In attesa dell’ottava

Volvo XC40 milano

Volvo XC40, i motivi di un successo. Test [VIDEO]

Peugeot 3008 GT Hybrid4, la variante ibrida plug-in si aggiunge alla gamma