Porta il nome di un’auto mitica, vale a dire la Giulietta Sprint Speciale del 1957 disegnata da Franco Scaglione e carrozzata da Bertone, massima espressione sportiva della coupé di Arese. Una denominazione leggendaria dedicata anche alla moderna Giulietta che beneficia dell’allestimento più aggressivo della propria storia.

AlfaRomeoGiuliettaSprintSpeciale-003

Sospensioni irrigidite, estrattore specifico, terminali di scarico maggiorati, minigonne dedicate, cerchi in lega da 17 pollici a cinque fori con finitura brunita, freni Brembo corredati di pinze anteriori a 4 pistoncini, cristalli oscurati e dettagli esterni antracite. Mai nessuna Giulietta è stata tanto “cattiva”. L’allestimento Sprint Speciale è disponibile in abbinamento al noto 4 cilindri 1.4 turbo benzina MultiAir da 150 cv oppure ai td 1.6 JTDm da 120 cv e 2.0 JTDm da 150 o 175 cv (quest’ultimo step corredato della trasmissione a doppia frizione TCT a 6 rapporti). Prezzi da 27.500 a 32.950 euro.

AlfaRomeoGiuliettaSprintSpeciale-004

Quanto agli interni, in abitacolo debuttano inediti sedili sportivi rivestiti in Alcantara e tessuto con cuciture rosse, volante in pelle, pedaliera sportiva e battitacco in alluminio, mentre la dotazione di serie include il climatizzatore automatico bizona, i fendinebbia, il sistema multimediale UConnect con touchscreen da 5 o 6,5 pollici completo di connettività Bluetooth, AUX e USB. La versione dal display di maggiori dimensioni porta in dote il navigatore con le mappe 3D e l’inserimento delle destinazioni mediante comandi vocali.