Aspid GT-21 Invictus, la supercar spagnola

Squadrata, ultraleggera ed equipaggiata con un V8 derivato direttamente dalla BMW M3: queste le armi della Aspid GT-21 Invictus, fuoriserie spagnola che punta al mercato americano

Qualcuno l’ha paragonata alla Batmobile per le sue forme estrose e squadrate ma, estetica a parte, ciò che realmente conta è che con i suoi 450 cavalli di potenza e i suoi 440 Nm di coppia massima, la Aspid GT-21 Invictus ambisce a diventare la vettura spagnola più prestante di tutti i tempi.Il propulsore, in realtà, deriva da quello della BMW M3; potente, per carità, ma non certo allo stesso livello di quelli impiegati da altre supercar. Cosa permette, quindi, alla Aspid GT-21 Inivictus di “decollare” da 0 a 100 km/h in soli 3 secondi, un valore che la posiziona nell’olimpo delle supercar? Semplice: un telaio in alluminio con cellula di protezione ultraleggera che le consente di fermare la bilancia a soli 997 kg.Derivata direttamente dalla Aspid SuperSport, roadster compatta realizzata qualche anno fa in serie limitata, la GT-21 Inivictus punta all’esagerazione nelle prestazioni e nella forma, a partire dai terminali di scarico, collocati lateralmente e nella zona posteriore delle fiancate. Senza dimenticare un frontale scolpito e “cattivo” con griglia frontale extralarge e gruppi ottici a led che formano con il paraurti la punta di una freccia.Il debutto dovrebbe avvenire nel 2014; ancora non è stato dichiarato il prezzo ufficiale e nemmeno il numero di esemplari in cui la GT-21 Inivictus verrà prodotta. Unica informazione trapelata è la ferma intenzione della Casa spagnola di puntare sul mercato americano con, magari, una piccola diversione verso i Paesi dei sempre ambiti petrodollari.