Auto elettriche, Toyota punta sulle batterie allo stato solido

10 giugno 2019 - 16:13

Dopo aver elettrificato il mondo (dell’auto) con la Prius – che di fatto ha inaugurato il filone delle ibride – Toyota accelera ulteriormente in questa direzione. L’obiettivo è chiaro: entro il 2025 il gigante giapponese intende arrivare a 5,5 milioni di veicoli ibridi, ibridi plug-in ed elettrici venduti ogni anno, di cui quelli esclusivamente a batteria saranno circa un milione. Qui la nostra prova di un’elettrica.

Mobilità elettrica, la chiave sta nelle batterie

Gli accumulatori, ormai è noto a tutti, sono uno dei fattori determinanti per il successo dell’auto elettrica, l’elemento che può decretare il momento in cui avverrà la tanto annunciata rivoluzione della mobilità. Ecco perché Toyota si è posta l’obiettivo ambizioso di svelare la prima di una serie di batterie allo stato solido prima della cerimonia di inaugurazione delle Olimpiadi Tokyo 2020. Tra i vantaggi,  ci sono potenza, sicurezza e leggerezza superiori.

“Il progresso tecnologico sull’auto elettrica ha accelerato”

L’ufficialità degli obiettivi di cui sopra l’ha data niente meno che Shigeki Terashi, Executive Vice President e capo della ricerca e sviluppo Toyota. Il quale ha anche aggiunto: “L’accelerazione della ricerca ha permesso di rivedere, in meglio, gli obiettivi che ci eravamo posti inizialmente”. La cosa del resto non deve sorprendere, se si tiene conto che Toyota ha recentemente creato la ZEV, un’unità aziendale composta da 290 persone con l’obiettivo preciso di focalizzarsi non “solo” sullo sviluppo dei veicoli elettrici, ma anche del business relativo; di come, cioè, rendere remunerativa la loro produzione.

Elettriche e ibride insieme

In linea più generale, va sottolineato come l’auto elettrica abbia acquisito importanza per Toyota: le limitazioni sempre più stringenti sulle emissioni inquinanti (ma anche in Italia qualcosa si sta muovendo, per esempio a Milano con l’Area B) in Cina come in Europa, hanno imposto un cambio di marcia, che però non comporterà l’abbandono del powertrain ibrido. Anzi, entro il 2025 ogni modello della gamma Toyota e Lexus avrà la sua variante ibrida.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Suzuki Jimny, sky is the limit

Nuova Peugeot 2008
Voglia di leadership

Renault Clio Cup Italia, Jelmini fa il bis a Monza