BMW i3 Concept Coupé

BMW pensa sempre più elettrico e lancia la terza versione della sua concept con la scossa. È la I3 Concept Coupé, la sportiva della famiglia “i” prossima ventura

Probabilmente vi sarete accorti, tempo fa, girando per le vie delle grandi città di una strana pubblicità BMW che recitava “born electric” .Niente auto, solo persone. BMW, insomma, la sta prendendo lunga per abituare il popolo degli automobilisti all’arrivo della sua gamma di auto ad alimentazione interamente elettrica. Inizialmente si parlava di due modelli di auto (i3 e i5) e di uno scooter (C-evolution), ma adesso pare che la gamma di auto elettriche sarà ancora più ricca.

Al salone di Los Angeles (in programma dal 30 novembre al 9 dicembre) BMW porterà, infatti, una nuova I3 Concept Coupé, caratterizzata, lo avrete capito dal nome, dalla carrozzeria tre porte. La i3 Concept Coupé appare meno “spinta” nel design rispetto alla i3, soprattutto nella vista laterale, in cui si notano portiere dall’andamento più tradizionale, anche se la vetratura ha comunque un design originale, design che assicurano in BMW sarà un marchio di fabbrica di tutta la famiglia “i”. Un segnale che la i3 sta arrivando lentamente alla versione definitiva, che ci aspettiamo entro il 2014.

Ulteriore conferma arriva anche dall’abitacolo che, abbandonate soluzioni fin troppo futuristiche, propone comandi e strumentazione più vicini a quelli di un’automobile di normale produzione. Normale produzione, ma comunque avanzatissima: la strumentazione, infatti, conta su due monitor (da 6.5 e 8.8 pollici) piazzati davanti al posto guida e nella consolle centrale. Interessante anche la scelta di allestire gli interni con materiali naturali e completamente riciclabili come ad esempio lana o legno.

3,96×1.78×1,55 sono le misure di lunghezza, larghezza e altezza della i3 Concept Coupé, caratterizzata da elementi sportivi come il parabrezza molto inclinato e i cerchi da 20 pollici (con gommatura differenziata ma piuttosto “esile” per i nostri tempi le gomme anteriori sono dei 155/60 le posteriori 175/55). Soluzioni che sicuramente evocano maggiore sportività rispetto alla i3.  

Il motore elettrico offre è capace di ben 170 cv con una coppia di 250 Nm, dati che consentono alla i3 di stare sotto gli 8 secondi nell'accelerazione 0-100 km/h. Tutto, ovviamente, a emissioni zero e con caratteristiche di guida molto dinamiche (promette BMW) grazie alla disposizione sotto al pavimento delle batterie che consentono di ripartire le masse in modo ottimale.

Le prestazioni, quindi, ci sono. Dove probabilmente ci sarà da lavorare ancora è sull’autonomia, attualmente dichiarata entro un range di 130-160 km, forse ancora non abbastanza per convincere l’utente medio a mollare l’auto a pistoni. Tre le modalità di guida disponibili: COMFORT, ECO PRO and ECO PRO+, quest’ultima capace di ottimizzare al massimo l’autonomia limitando la velocità massima a 90 km/h. In ogni caso è disponibile come optional un dispositivo chiamato Rex (range extender) che potrà aiutare chi ha esigenze di maggiore autonomia.

Appuntamento al salone di Los Angeles, quindi, e poi a Ginevra, dove probabilmente potremo vedere un altro capitolo (l’ultimo?) della saga i3, prima dell’arrivo definitivo sul mercato.