BMW Serie 3 2015: a tutta sostanza

La berlina e wagon tedesca vede crescere la potenza dei propulsori a fronte di un calo generalizzato dei consumi. Debutta il 3 cilindri 1.5 turbo benzina da 136 cv. Linea pressoché immutata.

Niente fronzoli, tutta concretezza. La BMW più venduta di sempre, l’auto che maggiormente rappresenta il brand di Monaco, va incontro al classico restyling di metà carriera. Serie 3 beneficia così di variazioni estetiche pressoché impercettibili, accompagnate da una sostanziosa rivisitazione in materia di motori, emissioni e consumi.BMWSerie32015-014Gli affinamenti riguardano tanto la berlina quanto la wagon. La scocca è più rigida, le sospensioni lievemente ridisegnate e in gamma sono disponibili quattro motori a benzina e sette a gasolio con potenze da 115 a 326 cv e percorrenze medie da 26,3 a 12,6 km/l, abbinabili sia alla trazione integrale xDrive sia al cambio automatico a 8 rapporti Steptronic del tipo mediante convertitore di coppia. La novità più eclatante è rappresentata dal debutto del 3 cilindri 1.5 turbo a iniezione diretta di benzina, già adottato da Serie 2 Active Tourer, destinato a 318i e accreditato di 136 cv e 220 Nm di coppia. Il piccolo tricilindrico consente alla berlina tedesca di scattare da 0 a 100 km/h in 8,9 secondi – un tempo tutt’altro che disprezzabile – percorrendo mediamente 19,6 km/l.BMWSerie32015-018Lievi migliorie per 320i, mossa da un 4 cilindri 2.0 turbo dalla potenza confermata (184 cv), ma forte di consumi inferiori (18,1 km/l anziché 16,4 km/l) e prestazioni lievemente superiori (da 0 a 100 km/h in 7,2 invece di 7,3 secondi). In aggiunta, il cambio manuale a 6 rapporti effettua autonomamente la “doppietta” in scalata, mentre la trasmissione Steptronic consente scalate multiple. Irriconoscibili le sigle riservate al resto della gamma benzina: la “vecchia” 328i diventa 330i, mentre 335i evolve in 340i. Nel primo caso, il 4 cilindri 2.0 turbo passa da 245 a 252 cv, mentre nel secondo il 6 cilindri 3.0 turbo cresce da 306 a 326 cv.BMWSerie32015-025Nessuno stravolgimento tra i diesel. Le uniche novità di rilievo sono rappresentate da 318d (2.0 td), passata da 143 a 150 cv, e 320d (anch’essa 2.0 td), forte ora di 190 cv anziché i precedenti 184. Cambiamento, quest’ultimo, che porta in dote uno scatto da 0 a 100 km/h in 7,3 contro 7,5 secondi e una percorrenza media di 25,0 anziché 22,2 km/l. 320d EfficientDynamics Edition è, da tradizione, dedicata agli automobilisti più attenti ai consumi: in questo caso il 2.0 td nello step da 163 cv promette 26,3 km con un litro di gasolio in abbinamento al cambio automatico a 8 marce.BMWSerie32015-026Alle linee della sesta generazione, al debutto nel 2011, si accompagnano nuovi proiettori full LED (optional), gruppi ottici posteriori, sempre a LED, dal design rivisto nonché lievi affinamenti a paraurti e prese d’aria per rendere più aggressiva la vista d’insieme. Interventi di cesello anche in abitacolo, dove oltre a nuovi materiali si notano inserti cromati, bocchette d’aerazione e parte superiore della consolle dall’andamento inedito. Affinamenti quasi impercettibili, rafforzati dalla maggiore velocità d’elaborazione e dalla grafica 3D più realistica del sistema di navigazione Professional.