Byton Concept, la crossover cinese a guida autonoma

Arriva dal CES di Las Vegas la nuova Byton Concept, una crossover cinese a guida autonoma. Per vederla in strada bisognerà aspettare ancora un po’…

8 gennaio 2018 - 19:01

HI-TECH
C’è gran fermento in Cina: al CES di Las Vegas, una delle fiere di tecnologia più importanti al mondo, è stata presentata la prima auto cinese a guida autonoma, livello 3 (Qui parliamo di guida autonoma e dei diversi livelli di automazione). Si chiama Byton Concept ed è una crossover elettrica che punta tutto sull’altissimo livello tecnologico: al posto degli specchietti e delle maniglie ci sono piccole telecamere, tanto per dirne una (quelle al posto delle maniglie hanno il riconoscimento facciale per sbloccare la serratura). Sarà commercializzata a partire dal 2019 ed è figlia di una startup cinese dalle spalle forti (si parla di diverse centinaia di milioni di dollari di capitale) con sede a Nanjing.
TUTTI CONNESSI
Lunga 4,85 metri, la Byton Concept può sembrare una classica crossover ma la tecnologia che utilizza è unica. Tutto si basa sulla connettività: ha un ripetitore internet 5G integrato per ricevere informazioni da parcheggi, caselli o sensori di vario tipo dislocati nell’ambiente esterno, per muoversi in autonomia (quando sarà disponibile la tecnologia). Altri segnali arrivano da sensori a ultrasuoni, radar e laser: frenata, accelerazione e sterzata sono gestiti dall’auto stessa con interventi minimi del pilota.


COMANDO SFIORANDO
Ricordate il film Minority Report? All’interno della Byton Concept l’ambiente non è molto diverso: dove normalmente c’è il cruscotto, trova posto uno schermo a sfioramento da 49 pollici (quasi 125 cm!) abbinato ad altri display secondari (uno anche sullo sterzo) che all’occorrenza si collegano a smartphone o tablet. Un abitacolo pensato per l’interazione uomo-auto attraverso gesti e comandi vocali. Tra le tante funzioni disponibili, la Byton Concept è in grado di monitorare i dati di frequenza e pressione cardiaca delle persone a bordo, memorizzarli in una piattaforma cloud proprietaria (chiamata Byton Life) e utilizzarli per personalizzare la cosiddetta esperienza utente (e riproporla eventualmente anche su una Byton a noleggio).
DIAMO I DATI
Parlare di scheda tecnica suona quasi arcaico a questo punto, ma tant’è: la Byton Concept sfrutta un motore elettrico da 272 cv abbinato a una batteria da 71 kWh che promette 402 km di autonomia totale (grazie a un sistema di carica rapida, in 20 minuti si hanno a disposizione 241 km). Più avanti sarà disponibile una versione più potente (oltre 470 cv) e capace di percorrere oltre 500 km. Gli interni previsti sono pregiati: il pavimento è in legno e i sedili anteriori possono ruotare all’interno, come in un salotto. Notevoli anche i fari anteriori, delle strisce di LED che possono personalizzare il fascio luminoso.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Audi S5 TDI
La sua prima volta

Hyundai, idrogeno anche per la mobilità “pesante”

Peugeot 3008
Le Fiamme Gialle guidano francese