Cadillac XTS 2013

La Cadillac XTS si propone come alternativa alle solite berline tedesche e lo fa con molti assi nella manica, a partire dalla trazione integrale e da un’elettronica da prima della classe.

Si era già vista come prototipo, circa un anno fa, ora però la XTS, “berlinona” di Cadillac si è fatta vedere anche in versione definitiva. Lo ha fatto naturalmente giocando in casa, al salone di Los Angeles, ma la notizia è che dopo il debutto americano e canadese (che avverrà nella primavera del 2012  tanto che la XTA è considerata un model year 2013) questa Cadillac potrebbe arrivare anche in Europa.Dimensioni generose per la XTS che nella gamma Cadillac si posiziona sopra la già nota CTS offrendo più spazio ma anche un equipaggiamento decisamente più ricco, tra cui spicca il “CUE”, ultimo grido nei sistemi elettronici di informazione e intrattenimento a bordo di un’automobile. L’obbiettivo, manco a dirlo, è rosicchiare qualche quota di mercato alle “solite” berline tedesche che la XTS vuole prendere di petto, forte di misure giunoniche (513x185x150 cm) e di un passo di 283 cm che concede molto spazio abitabile anche ai passeggeri posteriori, ben 10 cm in più rispetto a una BMW serie 5 o a una mercedes Classe E.Visto che la sfida si gioca contro le europee, la Cadillac XTS 2013 si è dovuta dimenticare di essere un’auto americana, ovvero di quelle con gli interni un po’ spartani e con poco equipaggiamento. Non a caso ha praticamente tutto o quasi di serie: dai sedili “vibranti” (fanno parte dell’ESS 1, il pacchetto base di accessori di sicurezza e vibrano quando percepiscono che l’auto sta per uscire di carreggiata), agli interni interamente rivestiti in pelle.E’ però il CUE (Cadillac User Experience) il fiore all’occhiello della Cadillac XTS. Questo nuovo sistema multimediale sfrutta un nuovo tipo di tastiera semplificata con un numero di tasti minore del solito ma soprattutto sfrutta comandi di tipo capacitivo in grado di riconoscere voce e gesti del “padrone”. Il cockpit sfrutta due monitor, quello del CUE da 8 pollici e il più classico quadro strumenti da ben 12,3 pollici configurabile a piacimento.Solo uno il motore per ora disponibile e parliamo V6 VVT DA 3600 cc capace di da 305 cavalli e 358 Nm, accoppiato ad una trasmissione automatica a sei velocità. Vista la meccanica i consumi dichiarati non sembrano fuori luogo. La Casa dichiara tra gli 8.4 e i 13.8 l/100 km (tra extraurbano e urbano), lievemente superiori nella guida a trazione integrale.Si perché la XTS sfrutta anche una trazione integrale definita intelligente con differenziale autobloccante a gestione elettronica. Tra le altre chicche impossibile non citare il Magnetic Ride Control, ovvero un sistema di taratura degli ammortizzatori che adatta l’assetto praticamente in tempo reale. Insomma americana si, ma il passaporto europeo, la Cadillac XTS se lo vuole proprio meritare.