Caterham Seven 165: piuma da discount

Costa meno di 20.000 euro l’entry level della gamma Caterham. Una “moto a 4 ruote” pesante come mezza Panda (490 kg) e mossa da un tricilindrico turbo Suzuki di 660 cc. Grazie a 81 cv scatta da 0 a 100 km/h in 6,9”. Abs, Esp e air bag? Non esistono…

23 ottobre 2013 - 15:10

Oggetto d’infinite discussioni, di mille leggende “da bar” e di venerazione da parte degli appassionati della guida sportiva, Lotus Seven, le cui origini risalgono al 1957, resta ancora oggi uno dei simboli dell’automobilismo vissuto come gioco e divertimento allo stato puro. Nata come “motocicletta a 4 ruote”, artefice di parte della leggenda di Colin Chapman, padre storico del marchio Lotus, ed eletta a paladina della lotta contro peso e invadenza dell’elettronica, contrariamente ad altre vetture epiche non si è limitata a tramutarsi in un oggetto da collezione, bensì si è rinnovata nel tempo sino a essere odierna protagonista dei track day. Ora diventa anche “popolare” grazie a una versione entry level dal prezzo accessibile: 19.995 euro.

Ciò che un tempo si chiamava Lotus, oggi si chiama Caterham. Dal 1973 la factory Londinese ha acquisito i diritti di costruzione della “moto a 4 ruote”. L’ultima creazione, svelata in occasione del Salone di Francoforte, si chiama Seven 165. Basata sulla serie S3, punta su leggerezza, semplicità meccanica e immediatezza nelle reazioni. È mossa da un microbico 3 cilindri Suzuki di 660 cc sovralimentato mediante turbocompressore, in grado di erogare 81 cv a 7.000 giri/min e 10,9 kgm di coppia a 3.400 giri. Unità che lavora in abbinamento a una trasmissione manuale a 5 rapporti e consente alla vettura, dal peso contenuto in 490 kg (!), di scattare da 0 a 100 km/h in 6,9” raggiungendo una velocità massima di 161 km/h. Massa inferiore a 500 kg che porta in dote un rapporto peso/potenza di 6,05 kg/cv.

A meno di 20.000 euro esistono vetture altrettanto emozionanti? No. Abarth 500, ad esempio, costa 17.700 euro, è mossa da un 1.4 turbo da 135 cv, pesa 1.080 kg (8,0 kg/cv) e passa da 0 a 100 km/h in 7,9”. E ancora, Opel Corsa OPC, dotata di un 1.6 turbo da 192 cv, richiede un esborso di 17.300 euro a fronte di un peso di 1.203 kg (6,26 kg/cv) e, soprattutto, di uno scatto da 0 a 100 km/h in 7,2”: 0,3” più lenta di Seven 165. Più che le prestazioni, però, è l’indole estrema della vettura a coinvolgere. Appartiene a un mondo dove non esistono Abs, air bag o controlli elettronici. Dove non esiste filtro alle sensazioni. E dove non è permesso sbagliare. Le cugine Lotus si avvicinano a tanta purezza, ma Elise “base”, mossa da un 4 cilindri aspirato di 1.598 cc da 136 cv, costa più del doppio! E pesa 876 kg…

Seven 165 non tradisce l’impostazione tipica delle Seven serie S3, caratterizzate dallo schematismo delle sospensioni a ruote indipendenti all’avantreno, con bracci triangolari sovrapposti, e ad assale rigido al retrotreno. Secondo tradizione, sarà disponibile un kit per i climi rigidi, composto da parabrezza maggiorato, portiere e capote in tela.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MINI Clubman JCW posteriore

MINI Clubman John Cooper Works, 306 cv con stile. La prova

Volkswagen Golf 1974 grigia

Youngtimer – Volkswagen Golf, storia delle prime 7. In attesa dell’ottava

Volvo XC40 milano

Volvo XC40, i motivi di un successo. Test [VIDEO]